Rigassificatore, Grim (Pd): « No a sua realizzazione merito dell'amministrazione Cosolini»

Lo rileva in una nota la segretaria del Pd Fvg, Antonella Grim

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

«Ringraziamo la coordinatrice di Fi, Savino per aver ricordato che il no al rigassificatore è merito dell'amministrazione di Roberto Cosolini. Se l’ultima parola l’avesse avuta il precedente sindaco, allora iscritto a Forza Italia come oggi la Savino, il rigassificatore sarebbe già a Trieste, dato che ne era fervido sostenitore».

A dirlo è la segretaria del Pd Fvg, Antonella Grim commentando le dichiarazioni della coordinatrice regionale di Fi, Sandra Savino sul futuro dell'impianto previsto nel capoluogo giuliano.

«Dopo che si è impaludata la corsa del suo cavallo di razza nel capoluogo regionale, - continua Grim - il centrodestra mostra tutti i suoi limiti nell’articolare una proposta sensata alla città e alla regione».

 «Sperando di sviare l'attenzione dal caos in cui si trova Forza Italia, Savino è pronta a tutto, anche a rinnegare la politica della Giunta regionale di cui faceva parte».

Torna su
TriestePrima è in caricamento