menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Richiedenti asilo, Novelli (FI): «Lavorino gratuitamente per la comunità»

«La Giunta finanzi inziative utili per i residenti in difficoltà invece che per formare i richiedenti asilo che restano nella nostra regione per pochissimo tempo»

«Invece di continuare a stanziare fondi per progetti legati alla formazione dei richiedenti asilo che restano nella nostra regione per pochissimo tempo, la Giunta piuttosto potenzi il finanziamento di iniziative che possono essere utili per chi in Fvg risiede in pianta stabile e che magari si trova in difficoltà economiche».
Ad affermarlo il consigliere regionale di Forza Italia Roberto Novelli a seguito dell'approvazione di un emendamento presentato dalla Giunta nell'assestamento di bilancio 2017 che prevede un contributo di 30mila euro all'Associazione sportiva Lega Calcio Friuli Collinare di Udine per la il progetto "Calcioxenia", finalizzato all'inserimento sociale di giovani ragazzi richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale, e di 70mila euro all'Unione artigiani piccole e medie imprese - Confartigianato di Udine per la prosecuzione dei corsi sui mestieri artigiani per i richiedenti asilo.

«Per un osservatore distratto - rileva Novelli - questi ulteriori stanziamenti di fondi per progetti di integrazione di richiedenti asilo possono sembrare anche una cosa buona e utile. Bisogna però rendersi conto che tutte queste attività di formazione e pseudo integrazione sono destinate a persone che rimangono in Fvg per pochissimo tempo, visto che molte non riescono a ottenere lo status di rifugiato e altre comunque hanno interesse a spostarsi in altre parti del Paese o dell'Europa».
«Sarebbe più sensato formare brevemente queste persone e, magari, far fare loro lavori a titolo gratuito che possono essere utili per la comunità. A questo proposito - conclude Novelli - ho presentato una mozione in cui chiedo alla Giunta di utilizzare i richiedenti asilo per lavori di sfalcio e manutenzione del verde nei territori montani del Fvg che versano in una situazione di degrado e che gli Enti pubblici da soli non sono in grado di gestire né dal punto di vista economico, né da quello del personale».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento