Politica

Nuovo Isee, mozione urgente da parte del M5S Trieste

«Nelle richieste di prestazioni sociali non si possono includere l’indennità di accompagnamento e le rendite non imponibili fiscalmente» così commentano i portavoce del MoVimento 5 Stelle di Trieste in merito alle sentenze del Tar

Il Tar del Lazio, con tre sentenze di pochi giorni fa, ha annullato l'articolo 4, comma 2, lettera f) del Dpcm 159/2013 (nuovo ISEE), dove era previsto che per ottenere il reddito di ciascun componente il nucleo familiare è necessario considerare anche i trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari, incluse carte di debito, a qualunque titolo percepiti da amministrazioni pubbliche, laddove non siano già inclusi nel reddito complessivo IRPEF. Il Tar afferma sostanzialmente che l'indennità di accompagnamento e la pensione di invalidità non fanno reddito ai fini ISEE.

«Ed è corretto che sia così - sottolineano Paolo Menis e Stefano Patuanelli, portavoce M5S al Consiglio comunale di Trieste - trattandosi di entrate economiche erogate dallo Stato alle persone colpite da disabilità invalidante grave (100%), con la funzione di compensare le maggiori spese che le persone con disabilità grave devono sostenere rispetto a coloro che vivono una vita normale». In conseguenza dell’accoglimento del ricorso al TAR viene annullato il decreto attuativo impugnato nelle parti relative alle persone con disabilità. Il ministero dovrà quindi modificarlo tenendo conto delle illegittimità denunciate.

«I Comuni devono però intervenire al più presto - spiegano Menis e Patuanelli - e per questo motivo abbiamo presentato oggi una mozione urgente per chiedere alla giunta comunale di apportare le necessarie modifiche alla delibera di giunta n.585 del 30 dicembre 2014 in modo tale da non includere nella richiesta di prestazioni sociali, per persone anziane malate croniche non autosufficienti o con disabilità grave fisica e/o psichica, l'indennità di accompagnamento e le rendite non imponibili fiscalmente come invece continua ad essere richiesto nel regolamento per l’accoglimento presso le strutture residenziali per anziani e/o per la concessione di contributo pubblico a copertura retta di ricovero».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Isee, mozione urgente da parte del M5S Trieste
TriestePrima è in caricamento