Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Rovis(FI): Trieste città-porto autonoma

Presentata dal capogruppo di Forza Italia in consiglio Comunale, Paolo Rovis, una mozione su Trieste come città-porto autonoma: «l'occasione potrebbe essere propizia»

Dal suo blog, Paolo Rovis (FI), dichiara di aver presentato in Comune una mozione su Trieste città-porto autonoma: «Iniziare un ragionamento su un assetto speciale per Trieste».

Aggiungendo ancora: «La possibilità data dalla concomitanza di due riforme: quelle degli Enti Locali e delle Autorità Portuali. Un unico territorio, quello triestino-giuliano. Un unico organo amministrativo per gestire sia la città che il porto. Uno statuto che preveda forte autonomia. Insomma, una "Trieste città-porto autonoma". Un modello condivisibile? Raggiungibile? Non lo so, ma l'occasione potrebbe essere propizia per iniziare un ragionamento. Vi è infatti la rara concomitanza di due livelli di riassetto istituzionale. Quello degli Enti Locali della nostra regione, dopo l'abolizione delle Province, e quello delle Autorità Portuali su scala nazionale. Se facessimo confluire i due percorsi in un unico disegno per Trieste, potremmo pensare di dar vita a un modello speciale e innovativo, simile a quello delle città anseatiche - vedi Amburgo - che è stato ed è motore di grande sviluppo economico, portuale, urbano».

Ribadendo poi la necessità di affrontare un'ipotesi del genere in maniera costruttiva nell'ambito delle Istituzioni: «Affinché tale ragionamento non rimanga solo una chiacchiera da bar - o da blog! - ho presentato un documento in Consiglio comunale, nel quale si invita a esplorare concretamente tale possibilità. Comunque la si pensi, credo importante non far sfuggire l'occasione favorevole. Che non c'era in passato e difficilmente si ripresenterà in futuro».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rovis(FI): Trieste città-porto autonoma

TriestePrima è in caricamento