rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Politica

Armi alla Polizia Locale, Pd sesta circoscrizione: «Voto contrario, non è indispensabile»

«Proporzionalmente agli abitanti, c'è un numero di agenti in servizio superiore al resto d'Italia, non è dunque necessario far svolgere alla Polizia Locale compiti che spettano alle altre forze dell’ordine»

Il gruppo del Partito Democratico della sesta circoscrizione, in riferimento al tema dell’armamento della Polizia Locale, esprime voto contrario per le seguenti ragioni.
«Premesso che noi crediamo che la Polizia Locale svolga un ruolo fondamentale nel garantire la sicurezza urbana e che non siamo contrari all’armamento per principio, riteniamo tuttavia che in questo contesto (territorio dove non si registra un aumento dei reati) e in questo momento storico (diminuzione delle risorse economiche e umane) non sia indispensabile armare la Polizia Locale, in particolare per i seguenti motivi»:

«1.    per ragioni storiche (confini, caserme) sul nostro territorio, proporzionalmente agli abitanti, c'è un numero di agenti in servizio superiore al resto d'Italia, non è dunque necessario far svolgere alla Polizia Locale compiti che spettano alle altre forze dell’ordine;

2.    al momento non ci sono le risorse per l’acquisto delle armi, ma anche qualora si ottenessero bisogna considerare che sempre di risorse pubbliche si tratta e che, oltre al costo dei corsi di formazione, garantiti dalla Regione, si dovrà mettere in conto il costo delle ore uomo/donna per la formazione e l'aggiornamento e i costi per l’allestimento delle armerie;

3.    i sindacati Cgil-Cisl-Uil sono contrari, l'hanno dichiarato più volte ai giornali, l'hanno scritto sui loro volantini: il fatto che la delibera sia stata condivisa significa solo che sono stati fatti i passaggi formali con le sigle sindacali ma non che gli attuali agenti di Polizia Locale siano d’accordo».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armi alla Polizia Locale, Pd sesta circoscrizione: «Voto contrario, non è indispensabile»

TriestePrima è in caricamento