menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porti, Serracchiani: «Continuerò ad occuparmi di porto e infrastrutture»

«Per Trieste sono fondamentali le ferrovie, e sul nodo di Campo Marzio ci sono 83 milioni già allocati e aumenta il numero di treni verso nordest Europa. L'aeroporto è decisivo per portare qui le crociere e bisogna supportare lo sviluppo del polo intermodale di Ronchi‎»

«Continuerò ad occuparmi di porto e infrastrutture, per passione e perché a Roma serve autorevolezza dare piena attuazione alle potenzialità del porto franco internazionale, a cominciare da un accordo con le dogane». Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, intervendo a un dibattito, organizzato da Confindustria Venezia Giulia, tra candidati al Parlamento alle prossime elezioni politiche.

‎«Per Trieste - ha precisato - sono fondamentali le ferrovie, e sul nodo di Campo Marzio ci sono 83 milioni già allocati e aumenta il numero di treni verso nordest Europa. L'aeroporto è decisivo per portare qui le crociere e bisogna supportare lo sviluppo del polo intermodale di Ronchi‎».‎

‎ Per Serracchiani «‎con Industria 4.0 l'innovazione entra nelle imprese, anche quelle medio piccole, ed è importante sostenere ricerca e sviluppo, ad esempio con uno specifico credito d'imposta, ma anche con la riforma del processo tributario e l'abbattimento delle tasse».‎

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento