menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porto Franco, Fedriga (Ln): «Opportunità non solo per il Fvg, ma per l'Italia e per l'Europa»

«La fiscalità di concorrenza è lo strumento con il quale un'area di confine come il Fvg può contrastare le delocalizzazioni e attrarre maggiori investimenti, colmando il divario che oggi ci costringe a inseguire Slovenia e Austria»

«Il Porto Franco è un'opportunità non solo per il Friuli Venezia Giulia, ma per l'Italia e per l'Europa. La piena applicazione del Trattato di Parigi può dunque essere il punto di svolta per attrarre ulteriori investimenti lungo i nuovi snodi commerciali, creando le condizioni affinché un numero sempre maggiore di investitori si affacci sull'Adriatico».

«La fiscalità di concorrenza è lo strumento con il quale un'area di confine come il Friuli Venezia Giulia può contrastare le delocalizzazioni e attrarre maggiori investimenti, colmando il divario che oggi ci costringe a inseguire Slovenia e Austria». Lo ha dichiarato il candidato presidente Massimiliano Fedriga.

«È necessario rinegoziare la compartecipazione fiscale del Friuli Venezia Giulia - ha aggiunto Fedriga-, al fine di contribuire con decisione al rilancio di economia e occupazione. Sottrarre ai cittadini 1,8 miliardi di euro l'anno, pari a 1.500 euro a testa neonati compresi, significa infatti sottrarre autonomia al territorio».

«Più autonomia significa più responsabilità e più servizi per i cittadini. Il 21 aprile prossimo a Trieste firmerò un accordo con i governatori Toti, Zaia e Fontana atto a condividere una linea comune per tutelare le Regioni al tavolo con lo Stato centrale».

«Le diverse comunità etniche, culturali e linguistiche che storicamente appartengono al Friuli Venezia Giulia rappresentano una ricchezza per il territorio: intendo pertanto istituire un tavolo permanente per intessere una costante collaborazione con tutte queste realtà» ha concluso.

«Non credo alla politica dei bonus: le famiglie vanno sostenute con interventi seri sulla fiscalità di competenza regionale. Qualsiasi politica per la famiglia rimane comunque inattuabile se non si creano le opportunità affinché le persone trovino un posto di lavoro sul territorio. Ecco perché il tema è strettamente correlato alla fiscalità di concorrenza e alla compartecipazione tributaria con Roma».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento