Politica

Porto Vecchio, Grim: «Trieste torna centrale nell'agenda del Governo»

Dopo la visita del ministro Franceschini a Trieste, l'assessore Grim sottolinea l'importanza e le nuove opportunità di sviluppo indirizzate a Porto Vecchio, Miramare e Campo Marzio

«Il ministro Franceschini anche oggi ha ribadito che Trieste è tornata finalmente centrale nell’agenda del Governo: i 50 milioni del Cipe per Porto Vecchio sono solo l’inizio». Lo afferma la segretaria regionale del Pd Fvg Antonella Grim, dopo la visita del ministro ai Beni culturali oggi a Trieste. «Miramare, Porto Vecchio, Campo Marzio - afferma Grim - sono simboli di una Trieste che finalmente cambia e coglie nuove opportunità di sviluppo, dopo anni di isolamento e disinteresse».

«Quanto sta succedendo - osserva Grim - non è casuale, ma il frutto di un lavoro portato avanti senza sosta dalle Istituzioni, con al fianco il Partito democratico, che ha avuto un ruolo determinanate, ha creduto e investito nei grandi progetti di sviluppo per la città».

«Per noi conta - prosegue Grim - solo il bene collettivo e la valorizzazione del merito, non gli interessi di parte. Lo abbiamo dimostrato con la selezione dei vertiti del Porto e ora lo facciamo anche per il castello di Miramare, inserito da questo Governo tra i musei autonomi: il sito avrà autonomia amministrativa, gestionale e contabile, e il direttore sarà scelto con una selezione internazionale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto Vecchio, Grim: «Trieste torna centrale nell'agenda del Governo»

TriestePrima è in caricamento