Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Primarie Pd, Orel (Psi): «Il peggio della politica, tanto odio e continui attacchi personali»

Lo riferisce in una nota Gianfranco Orel, segretario della federazione di Trieste del Partito Socialista Italiano

«Continui attacchi personali, guerre intestine ormai arcinote a tutti. Non passa ora che qualche politico vicino al Partito Democratico triestino (o pseudo-politico – ed in questa fascia inseriamo pure qualche esponente di “primo piano” - o aspirante tale) non scriva un post, un comunicato o faccia una dichiarazione di attacco (per lo più di natura personale) all’avversario politico delle primarie».

Lo riferisce in una nota Gianfranco Orel, segretario della federazione di Trieste del Partito Socialista Italiano.

«Le primarie – continua Orel – stando all’idea fondativa che ha dato il via alcuni anni fa a questa idea  dovevano essere un momento di unità, di confronto, di costruzione del progetto di programma che avrebbe dovuto portare avanti il vincitore, appoggiato dagli sfidanti che dovevano diventare parte integrante del progetto. Ciò a cui invece stiamo assistendo in questi giorni in città è esattamente il contrario. Una guerra civile interna al partito che rischia di avere pesantissime ripercussioni sulle elezioni di giugno, con strascichi purtroppo ben evidenti anche dopo la data delle primarie. Pochi contenuti tangibili al momento ma solo tanto odio, scontro frontale, continui attacchi alle persone. Un harakiri nel vero senso della parola».

«Ci si augura che il senso di responsabilità degli esponenti PD – conclude – abbiano il sopravvento nel brevissimo e che tale teatrino di basso livello qualitativo possa trasformarsi in un serio momento di confronto tra diverse visioni della città».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Pd, Orel (Psi): «Il peggio della politica, tanto odio e continui attacchi personali»

TriestePrima è in caricamento