Venerdì, 18 Giugno 2021
Politica

Produzioni cinema, M5S: «Il centro destra vuole portare Trieste indietro nel tempo». Giorgi risponde

Lo rileva in una nota il Gruppo del MoVimento 5 Stelle - Consiglio comunale di Trieste

«Nel 2015 i film e le altre produzioni girate nella nostra regione e prevalentemente a Trieste sono stati 45 e hanno portato un indotto di 6 milioni di euro. A prescindere dalle valutazioni artistiche sulle realizzazioni cinematografiche, è un modo virtuoso per rilanciare l'economia del territorio, considerando anche il ritorno che la nostra città può avere sotto il profilo turistico». 

Lo rileva in una nota il Gruppo del MoVimento 5 Stelle - Consiglio comunale di Trieste.

«Ma tutto questo -continua la nota -  non basta e allora lunedì sera in Consiglio comunale abbiamo assistito alla scenetta fra alcuni consiglieri del centro destra, che si prodigavano a difendere il diritto di alcuni residenti a non vedersi togliere per troppi giorni il parcheggio in via Rossetti a "causa" delle riprese di un film, e l'assessore Giorgi a promettere maggiore attenzione per il futuro». 

«Che dire - concludono: il centro sinistra ha abbandonato la città, il centro destra se l'è ripresa per portarla indietro nel tempo». 

A stretto giro interviene l'assessore comunale Lorenzo Giorgi che ha affermato «In merito alla sterile polemica sollevata dal M5S sulla problematica legata ai parcheggi dei residenti durante le varie riprese cinematografiche, questo assessorato che si occupa di coordinamento eventi e di occupazione suolo pubblico, intende ribadire (come peraltro già dimostrato con gli atti effettivi) l'assoluto sostegno ed il totale supporto alle aziende che scelgono Trieste come set per le varie produzioni».  

«L'importanza - continua la nota - , infatti, per la nostra città di ospitare tali occasioni è rilevante sia dal punto di vista di introito economico (in particolare per esercenti e commercianti locali) sia per lo straordinario ritorno di immagine per Trieste. Non quindi soltanto porte aperte a chi sceglie Trieste per "girare" ma anche tanto di simbolico "tappeto rosso"! Altresì, a differenza del passato, ci si impegna a verificare con correttezza le reali necessità delle aziende che effettuano le riprese; questo al fine di fornire a loro un miglior servizio, ed alla cittadinanza un minor possibile disagio ed una più precisa informazione in merito all'indisponibilità dei parcheggi...» 

«Rimarcando infine - conclude - il grande rispetto per l'opposizione, che dovrebbe farsi promotrice di controllare e proporre "strade alternative", si invitano tali consiglieri a non voler dare letture fantasiose ed assolutamente incoerenti con la realtà dei fatti, peraltro espressi in seduta ufficiale registrata e verbalizzata.... Altro che passi indietro, qui si lavora quotidianamente "con il vento in poppa e la barra a dritta"!».
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Produzioni cinema, M5S: «Il centro destra vuole portare Trieste indietro nel tempo». Giorgi risponde

TriestePrima è in caricamento