Pulizia della città, Rovis: «Unificare la gestione»

Il consigliere comunale di Trieste Popolare Paolo Rovis in merito al sistema non unificato che si dedica alla pulizia di strade e luoghi verdi

«A occuparsi della pulizia di Trieste non è, come si potrebbe immaginare, un unico
soggetto. mozione-3 AcegasApsAmga pulisce vie, strade, marciapiedi. Giardini pubblici, aiuole, vialetti, aree verdi sono invece curati direttamente dal Comune. Entrambi, a loro volta, affidano poi l'operatività a ditte o cooperative esterne». Lo rileva in un post il consigliere comunale Paolo Rovis (Trieste Popolare).

«Non è una gestione complessivamente ottimale. Perché ognuno dei due soggetti agisce un po' per conto suo. Può quindi capitare di avere un marciapiede pulito, con l'aiuola di fianco invasa da immondizie o viceversa» precisa Rovis. «Chi pulisce il marciapiede si ferma al bordo dell'aiuola. E, magari in giornate diverse, arrivano gli addetti all'aiuola, a cui però non compete il marciapiede che la costeggia. Un metodo che produce anche diseconomia, oltre a minore efficacia».

«Ho quindi chiesto che tutta l'attività di pulizia di Trieste venga unificata e gestita da un unico soggetto. O, quantomeno, venga organizzata da un'unica "testa". Come appare logico a chiunque. La mia richiesta - conclude il consigliere - che potete leggere nell'immagine allegata, è stata accolta durante il Consiglio comunale di ieri sera. Per quanto mi riguarda farò in modo che nella prossima amministrazione si traduca in fatto concreto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Test Invalsi obbligatori per superiori e medie, ecco le date e i contenuti delle prove

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Chiude il "Caffè dei libri": il tribunale dichiara il fallimento

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

Torna su
TriestePrima è in caricamento