Politica

"Pedaggio Virtuale" tra Villesse e Gorizia: «difficile che ci siano Correttivi»

Questo il comunicato-risposta alle polemiche dei sindaci e sindacati dei consumatori relativo agli aumenti e all'alto pedaggio per il tratto autostradale Il “pedaggio virtuale” è inserito nel Piano Finanziario di Autovie Venete, approvato dal...

Questo il comunicato-risposta alle polemiche dei sindaci e sindacati dei consumatori relativo agli aumenti e all'alto pedaggio per il tratto autostradale

Il "pedaggio virtuale" è inserito nel Piano Finanziario di Autovie Venete, approvato dal Ministero delle Infrastrutture e quindi non modificabile se non attraverso una sua revisione. Precedenti di correttivi o alternative finalizzate a ridurre la tariffa non ce ne sono, se si eccettua un caso sperimentale: durante la realizzazione del sottopasso ferroviario di Monfalcone, opera che ha coinvolto la A4, su iniziativa della Provincia di Gorizia, che aveva stanziato un apposito plafond a copertura dei mancati introiti di Autovie, è stato sottoscritto un accordo con Autostrade per l'Italia per l'utilizzo del telepass scontato.

Il meccanismo del "pedaggio virtuale" sulla A34 Villesse- Gorizia, ovvero il pagamento forfetizzato di un tratto autostradale, che tanto sta facendo discutere in questi giorni è una modalità di tariffazione che favorisce gli utenti locali. Chi si sposta fra uno svincolo e l'altro della nuova infrastruttura, infatti, non paga perché non transita attraverso la barriera. Un vantaggio a volte sottovalutato quando si parla di pedaggi, ma che beneficia soprattutto chi risiede nella zona attraversata da questa autostrada.

Un'infrastruttura nuova e moderna, costruita utilizzando le più moderne tecnologie, rispettosa dell'ambiente, sicura e a bassissimo impatto ambientale. Un'opera di valenza internazionale che ha comportato un investimento di 183 milioni di euro e che rappresenta un'opportunità di sviluppo per tutto il territorio.

Chi dalla A4 si dirige verso l'isontino e percorre tutto l'asse autostradale, paga la percorrenza attraverso il pedaggio virtuale che scatta all'attraversamento della barriera di Villesse (foto di repertorio dell'inaugurazione), esattamente come qualsiasi altra tratta autostradale; chi utilizza le tratte intermedie, come detto, non paga nulla. È vero che ci sono degli utenti effettivamente penalizzati, e sono quelli che percorrono, dopo l'uscita dal casello, un tratto breve. Purtroppo, da un punto di vista tecnico, è difficile ipotizzare correttivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pedaggio Virtuale" tra Villesse e Gorizia: «difficile che ci siano Correttivi»

TriestePrima è in caricamento