Politica

Referendum costituzionale, comunisti triestini: «Da Renzi bugie, riforme inutili e dannose»

Lo rileva in una nota Peter Behrens, Segretario provinciale del Partito della Rifondazione comunista

La costituzione è, di fatto, la polizza assicurativa che ogni cittadini ha, nei confronti dello stato, che il comportamento e le leggi emanate siano corrette e rispettino dei limiti ben precisi, senza ledere i diritti dei cittadini stessi e delle loro associazioni.

Il testo dei cambiamenti proposti è lungo, intricato e di difficile interpretazione. Come sempre, quando una assicurazione ha clausole lunghe e intricate, queste sono sempre giugulatorie, cioè contro l’intresse del sottoscrittore.

Ma c’è di più. Renzi spaccia questa riforma come l’unica che può finalmente sbloccare l’Italia e permettere di realizzare le riforme per farla ripartire.

Ma allora le riforme di cui tanto si vanta, dal Jobs act a quella sulla scuola, a quella sulla sanità e a quella elettorale, approvate con la costituzione che si vuol cambiare, sono state uno scherzo o sono come lui dice riforme vere? Perché se sono vere è bugiardo perché l’Italia si può riformare (non entro nel merito del valore della cosa) anche con questa costituzione, se sono false è un bugiardo perché le ha tanto vantate come azioni positive.

Ma ancora, ci spaccia il senato come un inutile doppione. Beh, il senato rimarrà, solo non più eletto dal popolo, ma composto da nominati dalle segreterie dei partiti. E poi, chiedo ai lettori se sanno quanti dei singoli stati che compongono gli Stati Uniti hanno una sola camera e non anche il senato? Uno solo, il Nebraska. Per fare un paragone valido bisognerebbe aprire un senato da noi in ogni regione, meno il Friuli Venezia Giulia, ad esempio.

Sappiamo che due sistemi diversi non si possono paragonare senza cadere in errore, ma serve a capire su quante falsità si basa la riforma proposta dal governo.

Peter Behrens

Segretario provinciale del Partito della Rifondazione comunista

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum costituzionale, comunisti triestini: «Da Renzi bugie, riforme inutili e dannose»

TriestePrima è in caricamento