Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Referendum, Fulvio Serbo (Ar Fvg): «Gravi affermazioni di Antonella Grim (Pd), non conosce significato di responsabilità»

Fulvio Serbo, Movimento Autonomia Responsabile Fvg, sulle recenti dichiarazioni in merito al Referendum costituzionale, della segretario regionale del Partito Democratico, Antonella Grim

Il segretario provinciale Fulvio Serbo del Movimento Autonomia Responsabile Fvg, in merito alle gravi affermazioni del segretario regionale Pd Antonella Grim sulle questioni referendarie: «In risposata al dissennato comunicato della segretaria regionale del Pd Antonella Grim facciamo alcune precisazioni. Parla di responsabilità senza sapere quale sia il significato di questa parola che però vogliamo ricordare per sua cultura personale: Onere giuridico o morale derivante da atti propri o altrui con la consapevolezza delle proprie azioni e delle conseguenze che ne derivano».

«Virtù questa che di certo il Pd, a partire dal premier Renzi per passare al governo regionale ed ai rappresentanti locali, non ha assolutamente mai dimostrato di possedere, basti pensare per ultimo al caso Ferriera dove Serracchiani se ne esce lavandosene le mani. Personalizza ancora la materia del Referendum citando il fronte del no quale veicolo contro il premier ed il Governo, quando, al contrario tutto il centrodestra regionale motiva articolo per articolo le ragioni della propria opposizione ai quesiti referendari.

«È certo che Grim dimostra per l'ennesima volta di vivere in una realtà fiabesca da "Alice nel paese delle meraviglie", per di più quando cita il miglioramento dei rapporti Stato-Regione ed il rafforzamento della rappresentanza delle Autonomie territoriali, Vorrei solo ricordare - sottolinea Fulvio Serbo segretario provinciale di Autonomia Responsabile - la cosiddetta clausola di supremazia grazie alla quale lo Stato potrebbe intervenire in qualsiasi momento in materie di competenze della Regione».

Ricorda inoltre Serbo: «perchè potesse ritenersi che il nuovo Senato rappresenti i territori, il numero dei senatori dovrebbe essere identico per ciascuna regione quale ne sia l'estensione e quanti ne siano i residenti, così di fatto non è previsto, quindi taccia colei che ha fallito su tutta la linea regionale contribuendo al disfacimento dei nostri territori, dei nostri valori e della nostra dignità di persone libere».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum, Fulvio Serbo (Ar Fvg): «Gravi affermazioni di Antonella Grim (Pd), non conosce significato di responsabilità»

TriestePrima è in caricamento