Martedì, 3 Agosto 2021
Politica

Referendum costituzionale, comitati del No di Forza Italia

Ultima settimana di campagna elettorale contrassegnata da numerosi incontri con i cittadini di tutta la provincia di Trieste per i comitati del No organizzati da Forza Italia

I comitati del No di Forza Italia per il Referendum costituzionale del 4 dicembre. «Nel week end saranno allestiti banchetti informativi su tutto il territorio al fine di incontrare la gente per illustrare i motivi concreti che rendono la riforma costituzionale voluta da Renzi, e da parte del Pd, una riforma malfatta».

Sandra Savino, coordinatrice regionale e parlamentare azzurra, ha posto l'accento sulla questione del voto all'estero ricordando l'interrogazione presentata al ministro Gentiloni per avere chiarezza su presunti brogli denunciati dalla stampa. «Abbiamo fatto inoltre un lavoro intenso in tutto il Friuli Venezia Giulia - ha spiegato - ottenendo una grande partecipazione dei cittadini che hanno capito la truffa che c'è dietro a questa riforma».

Piero Tononi, vice coordinatore provinciale di Trieste, ha presentato l'attività dei comitati ponendo l'accento su quelli che saranno anche gli ospiti che arriveranno da Roma con la presenza in particolare il 2 dicembre di Renato Brunetta: «La certificazione dell'ottimo lavoro della coordinatrice regionale e di tutto il partito. Diciamo no ad una riforma fatta male ed auspichiamo che i cittadini non si facciano abbindolare da chi è salito al potere scavalcando la costituzione che oggi vuole distruggere».

Donatella Pross del comitato di Duino Aurisina ha ricordato l'appuntamento del 27 con il gazebo allestito all'ingresso di Borgo San Mauro ponendo l'accento anche sulla riforma Serracchiani - Panontin che ha pesantemente condizionato l'ordinaria attività dei Sindaci. Marco Barelli sta invece organizzando il punto informativo a Muggia, in piazza Marconi, e ha invece ricordato come con la riforma costituzionale il Governo potrà ignorare i pareri degli enti locali realizzando - ad esempio - il Rigassificatore.

Doriano Milloch del comitato di San Dorligo ha invece parlato della mancanza di legittimazione dei cittadini al governo Renzi. Piero Geremia, responsabile dei Giovani di Forza Italia della provincia di Trieste, ha posto l'accento sull'effimera riduzione dei costi. Fulvio Sluga, comitato 26 novembre nome scelto non a casa in quanto fa riferimento alla liberazione che ci si auspica possa avvenire nuovamente il 4 dicembre, ha citato prestigiosi costituzionalisti rimarcando i numerosi conflitti di una riforma fatta male.

Alberto Polacco, vice capogruppo in Comune a Trieste, ha parlato dell'impegno costante del partito per incontrare e parlare con i cittadini mentre Massimo Romita, capogruppo a Duino Aurisina e vice capogruppo nella "fu provincia" che cesserà di esistere la prossima settimana, ha parlato di amministratori in ginocchio dopo gli interventi di Serracchiani in FVG.

Si segnala inoltre che venerdì alle ore 12 all'hotel Continentale con ingresso in via Dante ci sarà l'onorevole Renata Polverini per una conferenza organizzata dall'UGL.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum costituzionale, comitati del No di Forza Italia

TriestePrima è in caricamento