menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Referendum, Moretti (Pd) :«Strumentale piegare il voto referendario alla situazione del FVG»

Le affermazioni del capogruppo del Pd, Diego Moretti dopo le dichiarazioni degli esponenti del centrodestra e delle opposizioni in genere, in regione

«Dall'esito del voto referendario non ci devono né possono esserci conseguenze sul piano dell’amministrazione regionale. Il referendum si è spostato su un livello di confronto puramente politico e personale nei confronti del presidente del Consiglio Renzi, ma è bene ricordare a chi anche in Fvg cerca di mescolare le cose, che noi qui stiamo amministrando una Regione sulla base di un programma votato dai cittadini».

Lo afferma il capogruppo del Pd, Diego Moretti commentando le dichiarazioni degli esponenti del centrodestra e delle opposizioni in genere, in regione. «Chi sposta il significato del voto del referendum sul piano amministrativo e politico regionale fa un tentativo maldestro e strumentale di creare una situazione torbida, confondendo cose che vanno tenute ben distinte. A queste persone dico che il referendum non riguardava l’azione dell'amministrazione regionale o giunta, e nemmeno la maggioranza consiliare. Quanto alla presidente Serracchiani, per accorgersi del suo impegno per il Fvg, sostenuto dalla maggioranza, basterebbe voler guardare soltanto alle ingenti risorse che da Roma ha saputo portare sul territorio. Andiamo avanti con le riforme necessarie al territorio regionale per le quali siamo stati eletti. Il confronto politico sarà nel 2018, solo allora i cittadini del Fvg decideranno se confermare o meno la fiducia al centrosinistra e sono convinto che lo faranno con la loro testa, in piena libertà di giudizio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ristrutturare

Superbonus 110%: i lavori necessari per richiedere l'incentivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento