Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Regionali, Bassa Poropat: «Il mio obiettivo è dare centralità al territorio»

La candidata al Consiglio regionale nella lista civica dei Cittadini per Sergio Bolzonello Presidente presenta i suoi punti programmatici

Presentati questa mattina al Caffè Tommaso i punti programmatici di Maria Teresa Bassa Poropat candidata al Consiglio regionale nella lista civica dei Cittadini per Sergio Bolzonello Presidente.

«Le ragioni che mi hanno spinto ad accettare la candidatura sono strettamente legate all'esperienza maturata nei 10 anni di presidenza della Provincia. Il mio obiettivo principale è dare centralità ad un territorio, quello provinciale, nell'ambito delle politiche di sviluppo economico, culturale e sociale della Regione Friuli Venezia Giulia, ribadendo il ruolo trainante di Trieste capoluogo di regione».

«Tre gli obiettivi di carattere metodologico generale ritengo indispensabile procedere ad una semplificazione burocratico -amministrativa a favore di cittadini e aziende, ad una riduzione nella produzione legislativa, ad un rilancio e potenziamento dell'autonomia della regione a statuto speciale con relativo trasferimento di competenze e risorse in materia di Scuola, Beni culturali, fiscalità per rispondere in termini di efficacia ed efficienza alle potenzialità offerte dal territorio e dal suo tessuto imprenditoriale».

«Una maggiore autonomia in materia scolastica consentirà di costruire nuovi percorsi formativi e nuove alleanze in risposta alle richieste del territorio e all'emergenza occupazionale del mondo giovanile. La valorizzazione della cultura dal punto di vista storico ,letterario ,scientifico e dei siti presenti nella nostra provincia (parco di Miramare, museo del mare,museo ferroviario ) abbinata ad una promozione complessiva ed integrata del territorio, anche dal punto di vista naturalistico ed enogastronomico, rappresenta una delle strategie di sviluppo vincenti per Trieste».

«Per realizzare tutto ciò c'è bisogno di una Regione" leggera" che definisca gli indirizzi strategici di sviluppo , valorizzando e promuovendo le specificità del suo territorio e che lasci ai comuni e alle Uti ( che in tal senso vanno ridefinite nelle loro competenze) la valutazione delle opportunità e la gestione delle progettualità».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, Bassa Poropat: «Il mio obiettivo è dare centralità al territorio»

TriestePrima è in caricamento