Giovedì, 18 Luglio 2024
Elezioni regionali

Regionali, Scoccimarro lancia la sua candidatura: “A Trieste vinta la sfida ambientale”

Il candidato meloniano ha illustrato il suo programma puntando su reindustrializzazione, nuova lungomare di Barcola e sport. Numerosi gli ospiti istituzionali e quelli imitati da Andro Merkù. Anche i ministri a supporto dell’assessore uscente che cerca il bis in Giunta

“’Il futuro di Trieste parte dall’ambiente’ non è solo lo slogan con cui ho lanciato la campagna elettorale, ma la vera sfida vinta da questa città che ora, grazie alla riconversione dell’area a caldo della Ferriera e le nuove perimetrazioni del SIN, si trova a poter reindustrializzare un’area e, come annunciato dal ministro Urso, punta a diventare il porto di riferimento dell’Ucraina post bellica. Prospettive che si traducono in migliaia di posti di lavoro per Trieste e i triestini”. Lo ha detto l'assessore uscente di Fratelli d'Italia Fabio Scoccimarro nel corso del lancio della sua campagna per le elezioni regionali del 2 e 3 aprile, tenutosi presso la sede elettorale di corso Italia 4/e. Presenti a sostegno del candidato meloniano il sindaco Dipiazza, gli onorevoli Matteoni, Loperfido e Rizzetto, la senatrice Tubetti. Non sono mancati i videomessaggi di stima e amicizia dei ministri Ciriani e Lollobrigida. A sorpresa inoltre, tra un punto programmatico e l’altro di Scoccimarro, gli interventi satirici dell’artista triestino Andro Merkù con le imitazioni di Mattarella, Conte, Tremonti, Ibrahimovic, Draghi e Vanoni.

Reindustrializzazione

Nel presentare la sua candidatura, il candidato meloniano è partito dalla sua delega, quella alla Difesa dell’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile: "Anche in virtù dei risultati raggiunti nel corso del mandato e le basi poste per il futuro, ho deciso di candidarmi a disposizione del partito”. Tra i punti obiettivi raggiunti, l'esponente triestino di FdI ha citato la riconversione della Ferriera, il supesconto carburanti, i 170 milioni di euro per il fotovoltaico alle famiglie, imprese e comuni. "Il mio compito sarà quindi quello di agevolare il più possibile gli iter legati alla nascita di nuovi siti produttivi – ha dichiarato Scoccimarro – e quelli legati alle bonifiche e l’elettrificazione delle banchine portuali. Inoltre, grazie all’asse che si formerebbe con Roma, dovremo chiedere a RFI importanti investimenti per garantire viaggi più veloci ai nostri concittadini e linee ferroviarie più efficienti alla logistica”.

Lungomare di Barcola

Scoccimarro ha quindi puntato il faro su Barcola dove, “d’accordo con il sindaco Dipiazza e soprattutto i cittadini di Trieste, vorrei fosse ridisegnata la costa: un progetto vuole avere la massima partecipazione dei triestini, con l’obiettivo di creare un lungomare più largo e servito, quindi attrattivo per giovani e turisti, due corsie di marcia e nuovi parcheggi, ma soprattutto senza toccare un posto asciugamano a chi ha “l’abbonamento” fisso”, ha scherzato il candidato di Fratelli d’italia.

Sport e ambiente

Infine, Scoccimarro ha chiuso la serata ricordando l'attenzione dedicata allo sport, citando le norme sulla riduzione della plastica nel corso degli eventi sportivi "Tifo pulito" e in particolare "gli 11 milioni di euro per l’efficientemente idrico ed energetico degli impianti sportivi, perché le società non debbano ridurre servizi ai nostri giovani e talentuosi atleti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, Scoccimarro lancia la sua candidatura: “A Trieste vinta la sfida ambientale”
TriestePrima è in caricamento