Politica

Governo Fvg, Liguori (Citt): «La Regione istituisca la Consulta delle professioni sanitarie»

Centis(Citt): «La Giunta Fedriga non sembra intenzionata a smontare il lavoro fatto dalla precedente amministrazione, così come strumentalmente annunciato in campagna elettorale»

«La Regione istituisca la Consulta delle professioni sanitarie». È questa la prima proposta dei Cittadini al nuovo Governo della Regione. «Se è vero ciò che ha detto in Aula il presidente Fedriga - ha spiegato Simona
Liguori
, consigliere regionale dei Cittadini - ovvero che la Regione intende aprirsi al confronto e al dialogo con le
professionalità del mondo della sanità, la Consulta è lo strumento migliore per farlo. Si tratta di una proposta concreta, facilmente attuabile, che alle parole potrebbe far seguire subito i fatti». «La Consulta dovrà essere una struttura organizzativa regionale e avere come finalità quelle di raccogliere, valorizzare e organizzare le istanze provenienti dai professionisti sanitari, offrendo loro la giusta rilevanza nelle scelte di progettazione, programmazione ed attuazione operativa della futura offerta sanitaria e sociosanitaria regionale».

«Chi si attendeva un discorso rivoluzionario da parte di Fedriga sarà rimasto deluso» - ha commentato il Capogruppo dei Cittadini Tiziano Centis. «La Regione a guida leghista non sembra intenzionata a smontare il lavoro fatto dalla precedente amministrazione, così come invece aveva strumentalmente annunciato in campagna elettorale. Anche sulle Uti, per esempio, l'unica novità pare essere quella dell'eliminazione delle penalizzazioni ai Comuni, che per altro sono da tempo sostituite da un sistema di premialità a favore dei Comuni partecipanti alle Unioni e di fatto non stravolge la riforma. E pure sugli altri temi toccati le idee e le proposte hanno lasciato spazio agli slogan. Staremo a vedere ma, per ora, il presidente non ci ha per nulla impressionato».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Governo Fvg, Liguori (Citt): «La Regione istituisca la Consulta delle professioni sanitarie»

TriestePrima è in caricamento