Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

Regione, «Scandaloso il si ai cinque nuovi collaboratori per Serracchiani e Bolzonello»

I forzisti Riccardi e Ziberna attaccano la Giunta regionale per la decisione di aumentare rispettivamente di tre e due unità le segreterie della presidente e del suo vice: «Predica bene, ma razzola male»

«È sconcertante che il primo provvedimento dell'anno portato in Commissione non sia afferente ai problemi che stanno affrontando i cittadini del Friuli Venezia Giulia - lavoro, economia e sociale - ma riguardi il raddoppio del numero degli addetti di segreteria a disposizione della presidente Serracchiani». Questo l'attacco dei consiglieri di Forza Italia, il capogruppo Riccardo Riccardi e Rodolfo Ziberna, in I Commissione del Consiglio regionale sulla delibera che prevede l'aumento del numero di collaboratori della presidente e del vicepresidente della Regione.

«A parte l'ipocrisia della Giunta, che fa la morale e poi si comporta in maniera opposta, c'è da dire - afferma Riccardi - che la giustificazione fornita, ovvero che serviva questa implementazione di personale di segreteria a causa della complessità delle materie trattate, non sta in piedi. La soluzione casomai avrebbe dovuto essere quella di rafforzare le strutture tecniche della macchina regionale e non certo far lievitare il numero di chi risponde al telefono e mette in ordine le pratiche».

«La Serracchiani - aggiunge Ziberna - come ha più volte dimostrato in passato, predica bene ma razzola male. Parla di tagli e di risparmi della Pubblica amministrazione, ma poi addirittura raddoppia gli addetti di segreteria con un probabile accesso agli incarichi esterni, magari con persone casualmente iscritte al Pd, come il recente passato ha dimostrato».

«Non ci venga detto che la presidente ha tanti incarichi perché, per quel che riguarda il suo ruolo di vicesegretario nazionale del Pd, auspico sia il partito a dotarla di una struttura adeguata, e non i contribuenti del Friuli Venezia Giulia. La Serracchiani in campagna elettorale aveva detto - conclude Riccardi - che sarebbe stata diversa: ma alla luce di questo mega apparato para-politico che ha messo in piedi verrebbe da chiederle: che fine ha fatto questa sua diversità?».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, «Scandaloso il si ai cinque nuovi collaboratori per Serracchiani e Bolzonello»

TriestePrima è in caricamento