menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riccardi su Ferrovie: "o Trenitalia Migliora il Servizio o Cercheremo altro"

I primi miglioramenti, ad un servizio che ieri l'assessore regionale alle Infrastrutture Riccardo Riccardi ha definito "inaccettabile ed insostenibile", già con l'inizio della prossima settimana, il ritorno alla normalità a fine mese.E' quanto ha...

I primi miglioramenti, ad un servizio che ieri l'assessore regionale alle Infrastrutture Riccardo Riccardi ha definito "inaccettabile ed insostenibile", già con l'inizio della prossima settimana, il ritorno alla normalità a fine mese.
E' quanto ha confermato allo stesso assessore la responsabile regionale di Trenitalia, Maria Giaconìa, nel corso della riunione convocata da Riccardi per avere "da subito" - come aveva richiesto - le risposte "vere, pratiche, non sulla carta" ad una situazione del trasporto ferroviario locale che soprattutto negli ultimi mesi è stato definito da terzo mondo, non rispettoso dei passeggeri, con decine di treni regionali soppressi. "Sappiamo - ha osservato Riccardi - che questo stato di cose non potrà sostanzialmente cambiare sinchè non entreranno in servizio i nuovi treni ma la situazione è senza giustificazioni: a fronte di un contratto in vigore, Trenitalia deve garantire il servizio".

Se a febbraio, ha sottolineato Riccardi al direttore Giaconìa, perdureranno le soppressioni di treni regionali, "non potremo far altro, dopo aver informato la società ferroviaria che per i disservizi 2011 sono già state ufficialmente richieste le sanzioni pecuniarie previste dal contratto (per oltre 1 milione di euro), che il passaggio successivo sarà quello della risoluzione del contratto in essere".

"Trenitalia deve garantirci il servizio ferroviario concordato, altrimenti ci considereremo liberi di trovare un altro partner ferroviario e nel frattempo di 'dirottare', purtroppo, sulla gomma, sulle autolinee, un servizio indispensabile ai lavoratori e agli studenti del Friuli Venezia Giulia".

"Posso capire le situazioni di Trenitalia, alle prese con materiale ferroviario ormai vecchio ed un'organizzazione del lavoro da ritarare, ma io e la Giunta regionale dobbiamo giustamente rispondere ai nostri cittadini, arrabbiati ed avviliti per un disservizio purtroppo da tempo scadente, considerato anche che l'Amministrazione del Friuli Venezia Giulia corrisponde annualmente alla società ferroviaria una cifra superiore ai 30 milioni di euro", evidenzia Riccardi.

Trenitalia ha ieri assicurato all'assessore che quattro nuovi treni "Vivalto" entreranno in servizio nei prossimi mesi di aprile e maggio ma "è indispensabile che la normalità di servizio, confermataci dai primi giorni di febbraio, venga garantita anche in tutte le successive settimane, per non ritrovarci a breve a dover spiegare all'utenza ulteriori soppressioni, peraltro sino ad ora mai segnalate in tempo, sempre dell'ultimo minuto, quasi 'a treno in corsa'".

L'assessore Riccardi ha convocato i vertici di Trenitalia per un prossimo incontro in Regione nell'ultima settimana di gennaio per una verifica della situazione in atto.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento