menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Richiedenti asilo, Bertoli (Fi): «Basta convenzioni con Caritas e Ics»

Il consigliere comunale Everest Bertoli, Forza Italia, sulle proroghe delle convenzioni con la Prefettura per i richiedenti asilo: «Chiediamo alla nuova amministrazione non solo di non rinnovare o prorogare le attuali convenzioni con la Prefettura di Trieste, Ics e Caritas»

Il consigliere comunale di Forza Italia, Everest Bertoli attraverso un comunicato esprime il suo sdegno sulle convenzioni tra Prefettura, Caritas e Ics per quanto riguarda i richiedenti asilo sul territorio di Trieste: «È arrivato il momento di una forte presa di posizione della nuova amministrazione cittadina sul tema di accoglienza e soprattutto un netto cambio di passo rispetto alla politica delle porte spalancate adottata dalla precedente amministrazione. Così proprio non va, a Trieste abbiamo già dato fin troppo: la misura è colma e non si può più tollerare l’imposizione di un’accoglienza ‘forzata’ . 

«È evidente che il Governo Renzi-Alfano continua a gestire questa emergenza immigrazione col paraocchi, stanziando milioni di euro di soldi pubblici per garantire a chiunque arrivi vitto, alloggio, servizi, assistenza sanitaria gratis e persino un ‘pocket money’ e ricariche telefoniche». 

«Ecco perché chiediamo alla nuova amministrazione non solo di non rinnovare o prorogare le attuali convenzioni con la Prefettura di Trieste, ICS e Caritas ma anche di garantire che sul territorio non siano utilizzati fondi del bilancio comunale per la realizzazione di strutture finalizzate all'accoglienza di migranti e richiedenti asilo e che non siano utilizzati immobili di proprietà comunale finalizzati all'accoglienza di migranti e richiedenti asilo». 

«Capisco i finti perbenisti pronti ad accogliere un numero illimitato tanto paga lo Stato. Comprendo i gestori che si trovano a gestire milioni di euro e che chiedono di estendere i programmi attuali. Ma in un paese stremato dalla crisi, dalle tasse, che produce mille disoccupati al giorno e assolutamente impossibile farsi carico da soli di un dramma planetario», conclude poi Bertoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

social

Festa della mamma: origini e curiosità

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: in Fvg 90 nuovi casi, nessun decesso a Trieste

  • Cronaca

    Incendio in via Belpoggio: evacuato lo stabile

  • Cronaca

    Poliziotti uccisi in Questura, Meran dovrà restare in carcere

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento