Politica

Richiedenti asilo al Silos, M5S: «Intervenga subito la Protezione civile regionale»

Lo rileva in una nota il Gruppo comunale Triestedel MoVimento 5 Stelle: «Abbiamo parlato con un ragazzo afgano che è qui da 21 giorni. Ha speso 10 mila dollari per il suo viaggio della speranza. Ci ha raccontato di aver viaggiato in un container dall'Afghanistan fino all'Italia».

«Questa mattina abbiamo fatto un sopralluogo presso il Silos di Trieste. La situazione che abbiamo trovato dimostra, ancora una volta, l’incapacità e la difficoltà di gestire questa situazione. Le 200 persone che attualmente si trovano all’interno della struttura, vivono in condizioni pietose. Dormono per terra o in capanne costruite per non bagnarsi. Piove dentro e il pavimento è ricoperto di fango. Non hanno un wc. Queste persone trascorrono le giornate in giro per la città. Alla sera alcuni volontari portano loro dei pasti».

Lo rileva in una nota il Gruppo comunale Triestedel MoVimento 5 Stelle.

«Abbiamo parlato - continua la nota -  con un ragazzo afgano che è qui da 21 giorni. Ha speso 10 mila dollari per il suo viaggio della speranza. Ci ha raccontato di aver viaggiato in un container dall'Afghanistan fino all'Italia».

«Chiediamo - sottolineano un intervento urgente della Protezione civile regionale. Bisogna dotare l’area ditende dove queste persone possano trovare una sistemazione più dignitosa».

«Trieste - concludono -  viene spesso citata come modello di accoglienza! Ma da quanto abbiamo appurato non ci sembra che sia sempre così. Il motivo è che chi governa questa città, come questa regione, non è in grado di fare rispettare la quota massima di migranti presenti sul nostro territorio. Quota che non può essere illimitata, a garanzia di una migliore convivenza con gli altri cittadini e per riuscire a fornire condizioni dignitose per i richiedenti asilo che hanno realmente i requisiti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Richiedenti asilo al Silos, M5S: «Intervenga subito la Protezione civile regionale»

TriestePrima è in caricamento