Riforma sanitaria, Zalukar (FI): «Si è dato di meno spendendo di più»

Le affermazioni del Presidente dell'associazione Costituzione 32 Walter Zalukar in replica alle dichiarazioni di Franco Rotelli sulla riforma sanitaria

«Franco Rotelli ha scritto di nuovo in difesa della riforma sanitaria, ripetendo che bisogna rafforzare il territorio perché è meglio curare a casa invece che in ospedale. Nessuno contesta che è meglio restare a casa piuttosto che andare in ospedale, chiunque preferisce curarsi nella propria abitazione invece che essere ricoverato, ovviamente quando ciò sia possibile». Lo afferma il Presidente dell'associazione Costituzione 32 Walter Zalukar in replica alle dichiarazioni di Franco Rotelli sulla riforma sanitaria.
 
«Per far questo -continua Zalukar - è necessario che le cure territoriali ci siano e funzionino, ma tutto ciò non si è finora visto: si sono sentiti solo annunci e proclami, quindi manifestazioni astratte e non fatti concreti. I cittadini malati, soprattutto quelli più fragili, non potendo curarsi a casa si devono rivolgere a ospedali ormai saturi per essere ricoverati in reparti stracolmi, non di rado dopo ore e ore di attesa in barella prima di trovare un letto. Ma per trovare un’assistenza non adeguata in quanto proporzionata al personale, che è ormai ridotto ai minimi termini. Questi in estrema sintesi sono i risultati di 4 anni di riforma».
 
«Rotelli sostiene che le liste di attesa c’erano anche prima della riforma ed è vero, ma prima le liste erano molto meno lunghe; una riforma degna di questo nome avrebbe dovuto accorciarle, non allungarle a dismisura. Di quanto più lunghe non si sa, poiché i dati relativi ai tempi di attesa nelle strutture sanitarie pubblicati sul sito ufficiale della regione fin dal 2009 si interrompono a marzo del 2015, come nello stesso anno si interrompono i dati relativi all’assistenza domiciliare. Una riforma all’insegna della trasparenza».
 «E per produrre tutto ciò si sono anche consumate ingenti risorse; in sintesi, -conclude - il frutto della riforma è stato: meno efficacia e meno efficienza, ovvero si è dato di meno spendendo di più».
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • La Polizia Locale piange Sergio Zucchi, il vigile buono e dal grande impegno civico

  • La bambina scomparsa in Carso non è mai esistita, interrotte le ricerche

  • Tragedia a Sella Nevea: donna 55enne muore dopo un volo di 50 metri, abitava a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento