Domenica, 21 Luglio 2024
Politica

Roberti: «Scandalo appalti, cittadini sempre più sfiduciati della politica»

Il candidato sindaco Pierpaolo Roberti interviene sullo scandalo appalti per la piattaforma logistica, chiedendo maggior trasparenza anche per i fatti che riguardano la Ferriera

«Il candidato sindaco Pierpaolo Roberti interviene sullo scandalo appalti per la piattaforma logistica, chiedendo maggior trasparenza anche per i fatti che riguardano la Ferriera». È quanto afferma in una nota Pierpaolo Roberti , segretatio cittadino della Lega Nord.

«Se da un lato - spiega Roberti -  sono felice che si stia facendo luce sul malaffare che ha troppo a lungo condizionato le scelte strategiche per Trieste, dall’altro sono estremamente preoccupato per le inevitabili ripercussioni che il sistema portuale e la città intera subiranno a seguito delle indagini in atto»

«È chiaro inoltre che - continua la nota - , a fronte di un simile scandalo, non si potrà che acuire la disaffezione dei cittadini nei confronti della politica e la loro totale sfiducia verso istituzioni che perseguono esclusivamente il bene dei privati e non quello pubblico». 

«In un simile contesto – insiste il candidato sindaco- sarebbe opportuno, fosse solo per un fatto di trasparenza e senza voler aprioristicamente accusare nessuno, accendere pierpaolo roberti lega nord-2un riflettore anche sulla Ferriera: è normale che, come peraltro evidenziato dai mezzi di informazione, Stefano Saglia, ex sottosegretario coinvolto nell’inchiesta sulle grandi opere, sia consulente del Gruppo Arvedi e che l’amministratore unico di Siderurgica Triestina nonché ex consulente del Comune per la bonifica del sito sia il cognato di un senatore locale?»

«Sarebbe oltremodo sgradevole scoprire – conclude Roberti- che dietro la mancata chiusura della cokeria e dell’altoforno vi siano interessi privati considerati da una certa malapolitica superiori al sacrosanto diritto alla salute dei cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberti: «Scandalo appalti, cittadini sempre più sfiduciati della politica»
TriestePrima è in caricamento