rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

Roberto Dubs (5a Circoscrizione): "Spero che la Batosta sul Prg faccia Riflettere la Maggioranza"

Riceviamo da Roberto Dubs consigliere Pdl in 5a circoscrizione e pubblichiamo: BOCCIATA LA DELIBERA SULLE SALVAGUARDIE AL PIANO REGOLATOREL’iter della delibera comincia male per l’amministrazione Cosolini,  la V circoscrizione, pur essendo...

Riceviamo da Roberto Dubs consigliere Pdl in 5a circoscrizione e pubblichiamo:

BOCCIATA LA DELIBERA SULLE SALVAGUARDIE AL PIANO REGOLATORE

L'iter della delibera comincia male per l'amministrazione Cosolini, la V circoscrizione, pur essendo guidata dalla sinistra, vota NO alle salvaguardie ed agli indirizzi sul PRG.

Comincia decisamente in salita la strada che dovrà percorrere la delibera sulle salvaguardie nelle sette circoscrizioni per il parere: il primo parlamentino chiamato ad esprimersi, ovvero la quinta circoscrizione, boccia infatti la delibera nonostante il consiglio sia guidato in teoria dal centro sinistra.
La coalizione di centro sinistra, rappresentata dalla Presidente Claudia Ponti del PD, dimostra per l'ennesima volta di non avere i numeri per definirsi maggioranza anche su un provvedimento così importante come le salvaguardie al piano regolatore.
Roberto Dubs, capogruppo del PDL analizza le conseguenza politiche di questa votazione: "auspico che quest' ennesima batosta della maggioranza di sinistra nel consiglio della V circoscrizione - dice Dubs - porti ad una riflessione all'interno della coalizione che guida il parlamentino e che venga seriamente presa in considerazione l'opportunità di governare per altri 4 anni senza avere i numeri. "
Il PDL ha illustrato con una dettagliata dichiarazione di voto i motivi del parere negativo, "un voto basato su aspetti tecnici e non su pregiudizi politici" - spiega Roberto Dubs - "abbiamo infatti anche riconosciuto a questa giunta gli aspetti positivi e condivisibili della delibera come ad esempio l'intenzione di voler incentivare il recupero e la riqualificazione, piuttosto che promuovere le nuove edificazioni, intenzione tuttavia non tradotta nella pratica per la questione dei confini su cui fin dal principio abbiamo espresso le nostre perplessità"
Le salvaguardie prevedono infatti che in caso di demolizione e ricostruzione di un fabbricato si debba rispettare la distanza di 5 metri dai confini: "Questa salvaguardia - spiega Francesco Battaglia del PDL - contrasta in modo evidente con l'intenzione espressa nelle direttive di promuovere il recupero del tessuto urbano esistente, si impone infatti una riduzione del volume del nuovo edificato rispetto alla struttura esistente che si vorrebbe riqualificare"
Dubs argomenta il rilievo del collega spiegando che la ristrutturazione edilizia prevede la demolizione di un vecchio edificio e la ricostruzione sulla stessa sagoma di uno nuovo e quindi si domanda " chi mai penserà di recuperare un fabbricato fatiscente se poi deve rinunciare a parte della volumetria originale per rispettare il limite dei 5 metri dal confine ?? "
Questa problematica crea anche dei problemi dal punto di vista paesaggistico, Dubs spiega la questione con un esempio pratico: " Basta passeggiare in via Molino a Vento ad esempio per rendersi conto come l'imposizione del limite dei 5 metri dai confini andrebbe a produrre delle evidenti discontinuità del fronte strada dell' edificato esistente " (si veda elaborato grafico allegato in calce)
Il gruppo PDL argomenta il voto contrario anche con delle forti perplessità sul metodo di condivisione e sulla poca chiarezza della delibera che lascerebbe spazio a varie interpretazioni contraddittorie. Ne è un lampante esempio proprio la questione dei confini: l'assessore ai lavori pubblici Marchigiani infatti condivideva l'interpretazione di cui sopra mentre l'assessore all'Urbanistica nonché Sindaco di Trieste solo due giorni dopo affermava che il limite dei 5 metri si applica solo per nuove costruzioni e non per riqualificazione.
" se già tra due componenti della giunta che ha scritto la delibera ci sono diverse opinioni - afferma Dubs - figuriamoci come interpreteranno i tecnici del Comune queste norme !"
La mancata condivisione con le circoscrizioni viene ancora una volta sottolineata dal gruppo PDL:
"curioso che solo dopo la ferma presa di posizione del PDL (conferenza stampa) - ricorda Silvio Pahor ex presidente in quota PDL - siano arrivati finalmente nelle circoscrizioni gli assessori ed i tecnici per illustrare la delibera".
Non è stata per niente chiara per i Pidiellini nemmeno la condivisione di questi indirizzi con gli ordini professionali : "Sembra che si faccia molta difficoltà a trovare qualche differenza tra la bozza inviata agli ordini per le osservazioni ed il documento finale - afferma Roberto Dubs - , è curioso inoltre che l'assessore Marchigiani, ad una nostra richiesta, non sia stata in grado di portare nemmeno un unico esempio pratico di un osservazione tecnica precisa recepita nella delibera"
"alle domande poste sulla condivisione - spiega Christian Puntaferro del PDL - l'Assessore ha risposto in modo vago senza appunto portare esempi precisi. Anche sul parere delle varie associazioni di ambientalisti la risposta è stata altrettanto vaga e fumosa evidenziando come di fatto l'annunciato processo di condivisione sia rimasto solo uno slogan privo di qualsiasi fondamento pratico" .
Roberto Dubs si ritiene invece molto soddisfatto del chiarimento dell'assessore Marchigiani in merito all' applicazione del Piano Casa regionale. " l' assessore ha chiarito in modo inequivocabile che il piano casa bypassa tutti gli strumenti urbanistici comprese le salvaguardie, cosa tra l'altro specificata anche nella legge regionale ma che troppo spesso ha generato interpretazioni contrastanti. La precisazione dell'assessore - spiega Dubs - risulta importantissima per scongiurare che in futuro i piccoli progetti di ampliamento consentiti dal piano casa vengano erroneamente bloccati in virtù di un inesistente contrasto con lo strumento urbanistico o le salvaguardie, molti cittadini ora saranno più tranquilli"




Il Popolo della Libertà
V Circoscrizione

f.to Roberto Dubs - capogruppo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberto Dubs (5a Circoscrizione): "Spero che la Batosta sul Prg faccia Riflettere la Maggioranza"

TriestePrima è in caricamento