Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Rovis (Pdl - Consiglio Comunale): Mozione contro Liberalizzazione Taxi

Riceviamo da Paolo Rovis consigliere comunale Pdl e pubblichiamo:Mozione consiliare urgente (art. 45 reg. cons. com.) avente per oggetto:“Servizio TAXI: manifestazione di contrarietà alle ipotesi di deregolamentazione avanzate dal Governo italiano...

Riceviamo da Paolo Rovis consigliere comunale Pdl e pubblichiamo:

Mozione consiliare urgente (art. 45 reg. cons. com.) avente per oggetto:
"Servizio TAXI: manifestazione di contrarietà alle ipotesi di deregolamentazione avanzate dal Governo italiano."
Il Consiglio comunale di Trieste, premesso che nell'ambito del sistema del trasporto pubblico locale rientrano gli "autoservizi pubblici non di linea", costituiti dai servizi TAXI e noleggio con conducente; tali servizi sono disciplinati, oltre che da leggi nazionali e regionali, da apposito Regolamento comunale, il quale stabilisce, fra l'altro: il numero e il tipo dei veicoli e dei natanti da adibire ad ogni singolo servizio, le modalità per lo svolgimento del servizio, gli elementi valutativi per la fissazione delle tariffe per il servizio TAXI, i requisiti e le condizioni per il rilascio della licenza per l'esercizio del servizio TAXI e dell'autorizzazione per l'esercizio del servizio di noleggio con conducente;

rilevato che l'attuale regolamentazione garantisce idoneità, qualità, trasparenza ed efficacia del servizio TAXI sul territorio comunale di Trieste, con tariffe certe, capillarità, tempi di attesa minimi, in un corretto equilibrio tra aderenza alle esigenze degli utenti e sostenibilità economica da parte degli operatori; appreso che
è intenzione del Governo italiano deregolamentare il servizio pubblico dei TAXI, abolendo o moltiplicando il numero delle licenze e modificando i criteri di svolgimento del servizio;
ritenuto che la misura ipotizzata dal Governo italiano non favorirebbe l'occupazione, non farebbe migliorare il servizio, non produrrebbe alcuna diminuzione di tariffe ma, al contrario: distruggerebbe un intero comparto artigiano che, solo a Trieste mantiene, con il proprio reddito da lavoro, 250 famiglie; favorirebbe la formazione di oligopoli composti da grosse società che, sostituendosi agli attuali "padroncini" artigiani, impiegherebbero lavoratori precari e mal pagati, con conseguente decadimento della qualità del lavoro e del servizio; produrrebbe un aumento considerevole delle tariffe - come già sperimentato nei Paesi europei che in passato hanno percorso la strada della deregolamentazione - a causa di un'esponenziale incremento dell'offerta nel mentre vi è stabilità o, più frequentemente, contrazione della domanda,
esprime
la ferma contrarietà alla deregolamentazione del servizio TAXI;
afferma
la validità dell'attuale sistema regolamentato dagli Enti pubblici, a tutela del lavoro artigiano, della qualità e
della sicurezza del servizio, della trasparenza e della convenienza per gli utenti;
impegna
il Sindaco a significare al Primo ministro, al Governo italiano e ai Gruppi parlamentari, i contenuti della
presente mozione e la conseguente posizione del Comune di Trieste.


Paolo Rovis
Comune di Trieste - Consigliere comunale

Gruppo consiliare "Il Popolo della Libertà"
paolorovis@comune.trieste.it - www.paolorovis.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rovis (Pdl - Consiglio Comunale): Mozione contro Liberalizzazione Taxi

TriestePrima è in caricamento