Politica

Rovis: «Sconto TARI per cittadini virtuosi già nel 2015»

«È stata infatti accolta dalla Giunta in Consiglio comunale la proposta formulata in questo senso da Paolo Rovis, consigliere comunale Pdl/Ncd di Trieste, assieme ad altri colleghi di opposizione»

«Il pensionato che vorrà occuparsi di tenere in ordine l'aiuola sotto casa. Lo studente che parteciperà a iniziative di pulizia mirata di zone del territorio. L'associazione o i gruppi spontanei che cureranno un'area giochi. Sono tutti soggetti che potranno accedere a un significativo sconto sulla tassa dei rifiuti (o altro), qualora intendessero partecipare volontariamente a iniziative di recupero del decoro urbano concordate con l'Amministrazione comunale». È quanto affermato in una nota da Paolo Rovis, capogruppo in consiglio comunale del Nuovo Centro-destra.

«È stata infatti accolta - continua la nota -  dalla Giunta in Consiglio comunale la proposta formulata in questo senso da Paolo Rovis, consigliere comunale Pdl/Ncd di Trieste, assieme ad altri colleghi di opposizione. La mozione è stata implementata anche da un emendamento del Partito Democratico, a riprova della volontà bipartisan di dare avvio all'agevolazione per i cittadini della città giuliana».

«Fermo restando il dovere dell'Amministrazione a provvedere al meglio alla pulizia della città, per la quale i Triestini pagano una tassa sostanziosa - ha precisato Rovis - abbiamo trovato giusto che chi intenderà partecipare al "bene comune" con azioni specifiche e mirate, rovis fb-2possa ricevere una gratificazione concreta.E infatti le iniziative dovrebbero partire già quest'anno, per trovare riscontro positivo nella Tari 2015.È un meccanismo virtuoso che ha già dimostrato di funzionare in altre città - ha proseguito Paolo Rovis - a anche a Trieste l'iniziativa di scontare del 20% la Tari a chi esegue il compostaggio domestico(spontaneamente, non è obbligatorio, ndr) ha registrato l'adesione di oltre 3000 famiglie».

«La riduzione della Tari - continua la nota - è stata resa amministrativamente possibile sia dal Regolamento comunale che dallalegge nazionale "Sblocca Italia", approvata nel novembre scorso. Uno sconto che, secondo il capogruppo Pdl di Trieste, potrebbe perfino non comportare oneri per le casse comunali.

«È sufficiente convertire - conclude - le sanzioni agli incivili che sporcano e deturpano, in premio a favore di chi, invece, pulisce e ripristina. Una formula che potrebbe dar luogo a un doppio beneficio: città più pulita e cittadini meno tassati».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rovis: «Sconto TARI per cittadini virtuosi già nel 2015»

TriestePrima è in caricamento