Politica

Obesità, Sibau (Ar): «Serve un centro per i casi gravi e un piano regionale»

«Va realizzato un tavolo di lavoro con il Dipartimento di Prevenzione, i Medici di Medicina Generale, la Clinica Psichiatrica e il Dipartimento di Salute Mentale»

Un centro per i casi gravi di obesità, come avviene nella regione Veneto, supportando i sodalizi che si stanno già occupando di molte persone colpite da questa patologia in Friuli Venezia Giulia e prevedendo appositi sostegni economici: è la proposta che il consigliere regionale di Autonomia Responsabile, Giuseppe Sibau, ha enunciato durante l’affollato incontro svoltosi ieri sera nella sede della Regione di Udine, che ha visto la presenza dei referenti dell'associazione Diamo Peso al Benessere.
Un problema che tocca numerose famiglie con ripercussioni non solo dal punto di vista fisico, ma psicologico dell'individuo e, a seguire, sulle dinamiche familiari, con pesanti ricadute per il sistema sanitario regionale.

«La tematica dell'obesità non ha colore politico e le tante persone che fronteggiano quotidianamente questo problema devono avere un sostegno», ha sottolineato il presidente di Autonomia Responsabile, Renzo Tondo.
«È necessario realizzare un tavolo di lavoro con il Dipartimento di Prevenzione, i Medici di Medicina Generale, la Clinica Psichiatrica e il Dipartimento di Salute Mentale», ha affermato Sibau, il quale ha proseguito: «È importante, inoltre, monitorare i casi, dall’adolescenza all’età adulta e predisporre un piano regionale sull'obesità, dato che quest'ultima comporta spesso depressione e varie altre malattie».
All'incontro hanno preso parte anche la segretaria regionale del movimento, Giulia Manzan e Anna Chiarandini di Ar.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Obesità, Sibau (Ar): «Serve un centro per i casi gravi e un piano regionale»

TriestePrima è in caricamento