Sanità, M5S: «Dopo i pediatri adesso è emergenza urologi a Monfalcone, Gorizia, Palmanova e Latisana,»

Daiuri e Ussai: «Non stiamo parlando di prestazioni iper specialistiche, ma di necessità base quale quello urologico per una popolazione che diventa sempre più anziana»

Il MoVimento 5 Stelle denuncia l’ennesima emergenza scoppiata nell’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 2 “Bassa Friulana-Isontina”. «Dopo l’incapacità dimostrata nel garantire le urgenze pediatriche negli ospedali della Bassa Friulana-Isontina adesso la direzione dell’Aas2 non è in grado di garantire neanche più le urgenze urologiche - attacca il MS -. È ormai fatto assodato e noto a tutti - sottolinea Andrea Ussai - che durante l’estate in tutti i fine settimana nell’Azienda sanitaria AAS 2  manca lo specialista urologo per  garantire le prestazioni urologiche urgenti in ognuno  dei quattro ospedali».

«Fatto ancora più grave - aggiunge il consigliere comunale del M5S di Ronchi dei Legionari Denis Deiuri - è che anche  nel periodo 13-20 agosto nessuna prestazione urologica di tipo urgente sarà garantita in nessuno dei quattro ospedali dell’Azienda cioè Palmanova, Latisana, Monfalcone, Gorizia in un territorio che si estende per circa 100 km e che ha un bacino d’utenza normalmente è di 250 mila persone e che durante il periodo estivo arriva a quasi 1 milione di persone. E non stiamo parlando di prestazioni iper specialistiche, ma di necessità base quale quello urologico per una popolazione che diventa sempre più anziana».

«È questo il nuovo modello di sanità che il direttore generale Pilati attraverso la nuova riforma sanitaria sta garantendo ai residenti, e non solo, del Friuli  Venezia Giulia?» chiede il movimento 5 stelle che punta il dito contro la giunta Serracchiani: «L’assessore Telesca sicuramente si giustificherà  dicendo: “non è successo niente” e recitando il mantra del “va tutto bene”. Ma tutto bene evidentemente non sta andando essendo l’Aas2 l’unica azienda dove mancano queste figure specialistiche o perché il direttore Pilati le ha fatte fuggire o perché non è stato in grado di trattenerle oppure perché non è stato in grado di assumerle. Ci chiediamo invece -  rimarca il consigliere regionale del M5S - se tutto ciò non faccia parte di un progetto ben preciso per togliere ulteriori servizi agli ospedali di rete».

«Dopo le segnalazioni sui disservizi ricevuti da alcuni utenti, non volevamo credere alle nostre orecchie. Per questi motivi - spiega Denis Deiuri - sabato mattina abbiamo telefonato a tutti e quattro Pronto soccorso degli ospedali della Bassa Friulana-Isontina, ricevendo la stessa risposta da tutte e quattro le strutture, da Monfalcone a Latisana, passando per Gorizia e Palmanova: "Non è presente un urologo reperibile o di guardia"».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ci chiediamo ancora una volta se il direttore generale Pilati sia solo l’esecutore di un progetto che arriva dall’alto targato Telesca/Serracchiani. Se così non fosse - conclude Ussai - ancora una volta è stata dimostrata la totale incapacità del direttore generale Pilati di amministrare un’azienda sanitaria».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Slovenia blocca i viaggi all'estero

  • Stop al pieno oltre confine: la Slovenia mette il Fvg in zona rossa

  • Scuole, didattica a distanza al 50%: la nuova ordinanza di Fedriga

  • La segnalazione: "Il ponte sul canale prima o poi viene giù". Il Comune: "A novembre via ai lavori"

  • Impennata di contagi, sono 340 i casi in Fvg: a Trieste 138 positivi

  • Un asteroide potrebbe colpire la Terra il 2 novembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento