Martedì, 16 Luglio 2024
Politica Duino-Aurisina

«Sanità regionale, per Giunta Serracchiani questione marginale»

Lo dichiara in una nota Rodolfo Ziberna, vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale

«La Presidente Debora Serracchiani e l’Assessore alla salute Maria Sandra Telesca, in occasione della loro visita a Gorizia nella scorsa estate avevano assicurato (oltre al fatto che sarebbero ritornate ogni mese a Gorizia per monitorare lo stato di salute..della salute: una delle tante promesse mai mantenute) che dopo il Punto Nascite ed altri reparti Gorizia non avrebbe subito ulteriori depotenziamenti con soppressione di reparti e servizi», 

Lo dichiara in una nota Rodolfo Ziberna, vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale.

«Nella precedente versione del Pal – spiega Ziberna - era stato assicurato il mantenimento almeno di una Unità coronarica ed una Cardiologia in uno dei due nosocomi e tutto lasciava intendere, anche dopo lo scippo del Punto Nascite, che fosse a Gorizia. Invece ora è ventilata la previsione della soppressione dell’Unità coronarica e che i posti letto intensivi e semi-intensivi saranno destinati ad un’Area d’emergenza comune, di cui faranno parte Rianimazione e Pronto soccorso e che pertanto verrà smantellata la Struttura complessa di ZibernaCardiologia, verrà meno la presenza di un cardiologo H24 e ciò dopo la già avvenuto soppressione del medico notturno e per ogni evenienza il paziente dovrà essere condotto urgentemente a Trieste…..gran bel risultato per la sicurezza dei goriziani!»

«Per questa ragione – conclude Ziberna – ho presentato una interrogazione alla presidente Debora Serracchiani ed all’assessore regionale alla salute Maria Sandra Telesca per avere conferma di questa notizia, per sapere se siano state fatte le simulazioni sull’uso di questi servizi e sui costi per la loro fruizione presso altre strutture, oltre agli evidenti disagi, ma anche per avere conferma che nella imminente estate addirittura chiuderanno reparti per consentire di far svolgere le ferie al personale (ma non si dovrebbero farle fare anche nel corso dell’anno?) e per sapere come si intenda affrontare la oggettiva necessità del mantenimento della Chirurgia e Ortopedia d’urgenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Sanità regionale, per Giunta Serracchiani questione marginale»
TriestePrima è in caricamento