Politica

Contratto di lavoro Polizia, Sap: «Per l'ennesima volta lo Stato non ha ascoltato i suoi uomini»

«Il SAP ha sottoscritto un (non) contratto che non condivide assolutamente, solo per poter nei prossimi anni continuare a rappresentare gli operatori di Polizia che evidentemente, dopo l'ennesima prova di questo Governo, hanno l'assoluta necessità di tutele oggi negate»

«Questa notte, per quanto ci riguarda, si è spenta la luce sulle Forze di Polizia e sulle Forze Armate. Il Governo ha forzato i tempi sulla firma del Contratto del Comparto Sicurezza, sapendo che tutti i sindacati sono obbligati a siglare (così prevede la normativa) pena l’esclusione dagli altri tavoli contrattuali o di confronto per almeno 5 anni, perdendo così anche la possibilità di difendere i propri Iscritti nei consigli provinciali e nazionali di disciplina» ha dichiarato Lorenzo Tamaro -Segretario Provinciale SAP.

«Il SAP su questo ha già dato e pagato in passato! Come abbiamo sempre detto la partita dei soldi si chiude perciò con un pugno di bruscolini. Oggi è un giorno triste, per l'ennesima volta lo Stato non ha ascoltato i suoi uomini, i suoi servitori. Il SAP ha sottoscritto quindi un (non) contratto che non condivide assolutamente, solo per poter nei prossimi anni continuare a rappresentare gli operatori di Polizia che evidentemente, dopo l'ennesima prova di questo Governo, hanno l'assoluta necessità di tutele oggi negate» ha concluso Tamaro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contratto di lavoro Polizia, Sap: «Per l'ennesima volta lo Stato non ha ascoltato i suoi uomini»

TriestePrima è in caricamento