Politica

Sciopero mense scolastiche, Pd: «Dov'erano Dipiazza e Brandi in questi mesi?». La replica: «Problema creato da loro»

I consiglieri del Pd: «Avevano tutte le possibilità per affrontare un tema importante, ma sono rimasti con le mani in mano». L'assessore: «Il Pd non sa fare altro che sciacallaggio sulle difficoltà delle persone: già giovedì incontreremo i lavoratori e le lavoratrici»

l'assessore Brandi e il sindaco Dipiazza in una delle "ispezioni" alle mense scolastiche

Per 48 ore (giovedì 2 e venerdì 3 marzo) le 154 addette alle mense scolastiche della Dussmann, la società che è aggiudicata il maxi appalto del Comune per la ristorazione, pari a 21 milioni di euro , incroceranno le braccia per denunciare una situazione definita insostenibile dai sindacati: alcune lavoratrici si sono viste addirittura ridurre lo stipendio da 1.200 a 400 euro.

«Il sindaco Dipiazza e l’assessore Brandi dov’erano in questi mesi e cosa hanno fatto per le lavoratrici delle mense? Troppo facile difenderle sola ora: la giunta aveva gli strumenti per provare a risolvere il problema, ma ha perso tempo». Lo affermano i consiglieri comunali del Pd, intervenendo sullo sciopero proclamato dai sindacati. «Rimandiamo al mittente le accuse dell’assessore Brandi: nessuno può dire che abbiamo giocato sulla pelle delle lavoratrici e dei lavoratori. Anzi, noi, sin dalla primavera, avevamo attivato un tavolo di confronto con il direttore d’area e i sindacati per andare incontro alle richieste, comprensibili e condivisibili, delle lavoratrici e dei lavoratori, e si era prospettata proprio la possibilità, citata oggi da Brandi, di offrire servizi aggiuntivi non previsti da capitolato».

«Quella era una soluzione già individuata da noi, già in primavera, che andava approfondita e concretizzata da subito. Ma cosa ha fatto la Giunta Dipiazza dal suo insediamento a oggi - conludono i dem -? Avevano tutte le possibilità per affrontare un tema importante, ma sono rimasti con le mani in mano».

«Il Pd non sa fare altro che sciacallaggio sulle difficoltà delle persone (mi riferisco ai lavoratori e le lavoratrici della Dussmann) - replica l'assessore ai Servizi educativi Angela Brandi -. Cercheremo di risolvere i problemi che loro stessi ci hanno lasciato: quando dicono che avevano attivato un tavolo ammettono di aver creato qualcosa per risolvere una situazione determinata da loro. Plemiche a parte, in questi mesi abbiamo lavorato e il sindaco e io saremo lieti di incontrare già giovedì (giorno dello sciopero) i lavoratori e le lavoratrici».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero mense scolastiche, Pd: «Dov'erano Dipiazza e Brandi in questi mesi?». La replica: «Problema creato da loro»

TriestePrima è in caricamento