rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Politica

Sciopero: oltre 6.000 Manifestanti in Corteo a Trieste

ORE: 10:47 - Riceviamo dall'ufficio stampa della Cgil e pubblichiamo:Già migliaia di lavoratori in piazza anche in Friuli Venezia Giulia, dove la Cgil organizza quattro manifestazioni, a Trieste, Monfalcone, Udine e Pordenone. Nel capoluogo...

ORE: 10:47 - Riceviamo dall'ufficio stampa della Cgil e pubblichiamo:

Già migliaia di lavoratori in piazza anche in Friuli Venezia Giulia, dove la Cgil organizza quattro manifestazioni, a Trieste, Monfalcone, Udine e Pordenone.
Nel capoluogo regionale il principale corteo, che da piazza Goldoni sta sfilando lungo le vie del centro, per raggiungere la zona di piazza Unità e l'attigua piazza San Carlo, sede del comizio finale.
In testa ai manifestanti, almeno 6.000 secondo le prime stime della Cgil, le sigle delle categorie, delle rappresentanze di fabbrica e l'insolito striscione formato da decine di mutande appese a un filo: «L'intento - spiega il segretario generale del Cgil Trieste Adriano Sincovich - è ovviamente quello di denunciare una manovra che lascia in mutande lavoratori, pensionati ed enti locali: con le mutande abbiamo già manifestato domenica sotto il Comune, torniamo a farlo oggi in occasione dello sciopero». Lungo il corteo anche due soste simboliche davanti alle sedi della Deutsche Bank e delle Banca nazionale del Lavoro.

Partecipazione massiccia anche al corteo di Monfalcone, il principale centro industriale della provincia di Gorizia. Oltre le aspettative le presenze in piazza: 3.000 i manifestanti secondi gli organizzatori, guidati dagli striscioni delle Rsu di Fincantieri, Ansaldo e delle altre grandi aziende del territorio.
Al comizio di piazza della Repubblica, tra gli altri, gli interventi del sindaco di Monfalcone Silvia Altran e del presidente della Provincia di Gorizia Enrico Gherghetta. In pieno svolgimento anche il corteo di Pordenone e il presidio sotto la prefettura di Udine, con una partecipazione stimata tra le mille e le 1.500 persone a entrambe le manifestazioni.
Quanto all'andamento dello sciopero nelle aziende, i primi dati arrivano delle grandi imprese metalmeccaniche: le punte massime di adesione (100%) si raggiungono alla Casagrande e alla Safop, in provincia di Pordenone, ma percentuali di astensioni molto alte si registrano anche allla Electrolux di Porcia (90%), alla Fincantieri di Monfalcone (80%), alla De Longhi di Moimacco (80%), alla Luvata di Amaro (80%), all'Automotive Lighting di Tolmezzo (65%), alla Wartsila di Trieste (70%), alla Detroit (90%) e all'Ansaldo (65%) di Monfalcone. Al 50% la partecipazione alla Imat Marcegaglia di Fontanafredda e alla Faber di Cividale.


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero: oltre 6.000 Manifestanti in Corteo a Trieste

TriestePrima è in caricamento