rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Politica

Sdemanializzazione Porto Vecchio, Russo: «M5s e Lega difendono immobilismo»

Nota del senatore del Pd Francesco Russo: «l’entusiasmo della stragrande maggior parte dei cittadini e della classe dirigente di questa città è palpabile»

«A quanto pare a il M5S e la Lega sono più “camberiani” della stessa destra triestina».  Così il Senatore Francesco Russo in merito all’emendamento presentato alla Camera da Massimiliano Fedriga (Lega) e firmato anche da Aris Prodani (M5S) per abrogare la sdemanializzazione di Porto Vecchio approvato al Senato.

«Spiace davvero vedere questa “santa alleanza” - continua Russo -  a difesa dell’immobilismo e dello status quo. Mi sembra incomprensibile che Fedriga e Prodani gridino allo scandalo per un emendamento che ha la semplice finalità di dare ai cittadini di Trieste la possibilità di scegliere tutti insieme cosa fare dell’area. Fatico davvero a capire come mai abbiano scelto la strada della polemica e delle insinuazioni gratuite quando, di contro, l’entusiasmo della stragrande maggior parte dei cittadini e della classe dirigente di questa città è palpabile: nei giorni scorsi sono stato letteralmente sommerso da messaggi, e-mail e commenti sui social che mi chiedono di andare avanti e di non mollare».

«Altro che cementificazione del Porto Vecchio - sottolinea il senatore del Pd: semplicemente da oggi, grazie al Partito Democratico, non ci sono più i lacci e laccioli che hanno imprigionato Trieste per decenni, e il futuro dell’area è una bella pagina bianca su cui poter disegnare, assieme a tutta la classe dirigente e politica di questa città, un progetto che ponga al centro l’interesse dei cittadini e della comunità.
Mi sento di rassicurare coloro che continuano strumentalmente ad evidenziare il pericolo di corruzione e speculazione edilizia: chiederemo personalmente al commissario dell’Authority nazionale anticorruzione Raffaele Cantone di accendere un faro su tutto l’iter che accompagnerà la sdemanializzazione e la riqualificazione di Porto Vecchio».

«A chi, infine, avanza dei sospetti sull’iter di approvazione dell’emendamento al Senato - conclude Russo - rispondo che tutto è stato fatto nel rispetto dei regolamenti parlamentari: basta leggere i verbali dei lavori della commissione bilancio. Cosa che, evidentemente né Fedriga né Prodani hanno fatto».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sdemanializzazione Porto Vecchio, Russo: «M5s e Lega difendono immobilismo»

TriestePrima è in caricamento