Politica

Ordinanza antibarboni, Fabiana Martini (Pd): «Provvedimento che usa forza contro deboli e indifesi»

Fabiana Martini, capogruppo in Consiglio comunale per il Partito democratico, sulla conferenza tenuta dall'assessore Carlo Grilli sui senza fissa dimora

La capogruppo del Partito democartico in Consiglio comunale, Fabiana Martini, sulla conferenza stampa indetta questa mattina dall’assessore Carlo Grilli per illustrare tutte le iniziative e le risposte messe in atto dall'Amministrazione comunale a favore e nei confronti delle persone senza fissa dimora: «Immagino che la convocazione dei giornalisti volesse essere una risposta alle parole della segretaria provinciale del Pd Adele Pino, che ieri ha invitato l’assessore al Welfare della Giunta Dipiazza a dimettersi, dal momento che «non gli viene concesso di intervenire tenendo conto dei cambiamenti sociali». L’assessore ha esordito rassicurando sull’unità dell’esecutivo e sul fatto che non ci sono divisioni interne. Quello dei senza fissa dimora non è il problema della Città, che ne ha ben altri, come l’occupazione giovanile e l’emergenza abitativa, ha detto Grilli. Si tratta di un problema minimo, che peraltro non può essere risolto, ma solo accompagnato, e al momento attuale l’unica cosa che è stata fatta è rimuovere alcuni cartoni: sono sempre parole dell’assessore, che ha ricordato come la sua storia personale testimoni la sua costante attenzione alle persone in difficoltà e la sua non propensione alla polemica, invitando tutti ad abbassare i toni e a esercitare senso di responsabilità».

«Se quello dei senza fissa dimora non è il problema della Città, che bisogno c’era di emanare quest’ordinanza? Se è vero che l’ordinanza antibivacco si riduce alla rimozione di alcuni cartoni, in ogni caso importanti per chi li usa come giaciglio, allora siamo di fronte a un’operazione di pura propaganda (come quella dei così detti parcheggiatori abusivi e degli artisti di strada del resto), priva di qualsiasi volontà e men che meno capacità di risolvere il problema? Non pensa che il primo ad abbassare i toni dovrebbe essere il vicesindaco Roberti? Cosa sta facendo la Giunta per affrontare il problema dell’occupazione giovanile e dell’emergenza abitativa?»

«Caro assessore Grilli, conosco la sua sensibilità e la stimo: la sua presenza in Giunta mi rassicura, come so che rassicura anche altri esponenti dell’opposizione e molte persone e associazioni impegnate nel sociale e nella vicinanza alle persone più fragili; il suo silenzio però mi preoccupa. So d’interpretare i sentimenti di molti affermando che non posso credere, né pensare, che Lei condivida l’ordinanza antibarboni (voi chiamatela antibivacco, ma di fatto è antibarboni): mi smentisca se non è così. Passi il suo silenzio quando il consigliere Tuiach ha dato dei mafiosi a ICS e Caritas o quando il vicesindaco Roberti ha parlato, sempre in riferimento all’operato di ICS e Caritas, di "modello di accoglienza previo saldo fattura", ma qui siamo di fronte a un provvedimento che usa la forza contro i più deboli e i più indifesi: dica qualcosa, assessore Grilli! Non dico qualcosa di sinistra, ci mancherebbe, ma dica qualcosa!»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordinanza antibarboni, Fabiana Martini (Pd): «Provvedimento che usa forza contro deboli e indifesi»

TriestePrima è in caricamento