Aumento attività mafiose, Sergo (M5s): «Ipocrisie e grave ritardo di Serracchiani per contrastare il fenomeno».

«Soppresso da Pd e maggioranza l'articolo del MoVimento 5 Stelle dedicato agli "Interventi per la prevenzione e il contrasto dell'usura e dell'estorsione"»

«Nelle ultime ore i media hanno dato ampio risalto alle dichiarazioni della presidente Serracchiani sui dati delle denunce per estorsione forniti dall'Ufficio studi della Cgia di Mestre, in base ai quali negli ultimi 5 anni le denunce nella nostra regione sarebbero aumentate del 125,4 per cento (+79 denunce). Ci teniamo a ricordare che la proposta di legge AntiMafia presentata dal MoVimento 5 Stelle nel novembre 2015, approvata nel mese di maggio di quest'anno conteneva uno specifico articolo dedicato agli "Interventi per la prevenzione e il contrasto dell'usura e dell'estorsione"».
A parlare è il capogruppo del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale Cristian Sergo che sottolinea come «con l'introduzione di questo articolo, grazie alle competenze legislative regionali, si prevedeva l'integrazione degli interventi statali per contribuire a combattere e prevenire i fenomeni dell'usura e dell'estorsione nel nostro territorio, promuovere specifiche azioni di tipo educativo e culturale volte a favorirne l'emersione, e infine gli interventi per prevenire le situazioni di disagio e di dipendenza connesse e derivanti da queste attività criminose di stampo mafioso».

«Purtroppo però l'articolo è stato soppresso durante la discussione in V Commissione con un emendamento presentato dal Partito democratico e votato dalla maggioranza».
Il portavoce Cinquestelle sottolinea «quanto appaiano piene di ipocrisia e in gravissimo ritardo le prese di posizione della presidente del Friuli Venezia Giulia che si dice pronta a contrastare tale fenomeno».
«Il MoVimento 5 Stelle aveva proposto di inserire questi articoli perché consapevole della gravità del fenomeno che, certamente, non si è palesato ieri, ma è presente nel nostro territorio da molti anni».
«Le dichiarazioni di Debora Serracchiani dimostrano invece che i politici di questa Regione non se ne erano mai accorti e ci sono voluti i consiglieri pentastellati - conclude Sergo - per portare finalmente all'attenzione delle istituzioni la gravità di questo fenomeno».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta esplosione in zona Campanelle, gravissimi due giovani

  • Terrore a Barcola: spari in pineta, è caccia all'uomo

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Sparatoria con inseguimento a Barcola, arrestato a Grignano

  • Sparatoria ed inseguimento a Barcola, sullo sfondo una storia di droga

  • Spari a Barcola: è un avvocato l'arrestato per spaccio di droga

Torna su
TriestePrima è in caricamento