menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si Parla del Piano Urbano del Traffico Oggi al Circolo della Stampa

La lista civica Trieste Cambia organizza per oggi alle 17:30 al Circolo della Stampa (Corso Italia 13) un incontro e discussione pubblica sul tema:Il Piano Urbano del Traffico - Verso una nuova mobilità del comune di Trieste Auto, parcheggi, spazi...

La lista civica Trieste Cambia organizza per oggi alle 17:30 al Circolo della Stampa (Corso Italia 13) un incontro e discussione pubblica sul tema:
Il Piano Urbano del Traffico - Verso una nuova mobilità del comune di Trieste Auto, parcheggi, spazi: fra diritti dei singoli e interesse pubblico

Partecipanti
Roberto Cosolini - sindaco del Comune di Trieste
Elena Marchigiani - assessore alla pianificazione urbana e mobilità e traffico
Giulio Bernetti - "mobility manager" e direttore del servizio mobilità e traffico del Comune di Trieste
Vittorio Zollia - assessore alla viabilità Infrastrutture e trasporti della Provincia di Trieste
Direttore "Trieste Trasporti" -
Giulio Torres - Responsabile SABA Italia S.p.A.
Franco Sterpin Rigutti - vice presidente Confcommercio Trieste
Sono stati invitati i presidenti delle circoscrizioni centrali del Comune di Trieste
Introduce e modera: Vittorio Torbianelli

L'incontro è finalizzato a discutere con particolare attenzione gli aspetti del PUT legati ai parcheggi e vedrà la partecipazione del Comune di Trieste (rappresentato dall'Assessore alla Pianificazione Urbana e alla Mobilità e Traffico e dal "Mobility Manager/Direttore del servizio Mobilità e Traffico"), della Provincia di Trieste (Assessore alla Viabilità, infrastrutture e trasporti), di Trieste Trasporti (???), di Confcommercio (Vicepresidente) e dell'azienda di gestione parcheggi "Saba Italia". All'incontro sono stati invitati i presidenti delle circoscrizioni delle aree più centrali della città, maggiormente interessate dalle modificazioni previste dal PUT. La Lista Trieste Cambia ritiene che l'assetto generale proposto per il PUT sia sostanzialmente coerente per una città che desidera realizzare importanti passi avanti in direzione di un sistema della mobilità innovativo, capace di contemperare le istanze della sostenibilità ambientale e l'interesse concreto dei cittadini.

La Lista TC reputa tuttavia che sia opportuno approfondire il duplice tema dei parcheggi e dell'uso dello spazio urbano della strada, il quale è altrettanto importante rispetto al tema della circolazione, in particolare per quel che riguarda gli interessi dei residenti e delle categorie commerciali.

Anche in vista dello sviluppo del Piano Parcheggi, la Lista TC appoggia fortemente l'idea proposta dal PUT che, nelle aree e rioni più centrali vi sia una progressiva ed equilibrata riduzione dei posti auto di superficie con una liberazione di aree importanti a vantaggio dei pedoni.

Inoltre, sostiene che relativamente ai parcheggi di superficie mantenuti, vi sia un proporzionale incremento di quelli a pagamento, mentre, a parziale compensazione dei posti persi, dovrebbe essere favorito l'uso più intensivo dei parcheggi in struttura, a cominciare da quelli esistenti, oggi sottoutilizzati.

Per favorire l'uso dei parcheggi in struttura da parte di chi usa la macchina per arrivare in centro, la lista TC ritiene che il piano della viabilità debba porre la massima attenzione ad incentivare i percorsi di avvicinamento che passino in prossimità ai parcheggi in struttura, favorendo, anche attraverso un adeguato ridisegno della viabilità, l'immediata intercettazione dei flussi di auto (es. zona Piazza Ospedale, San Giacomo).

Inoltre, si ritiene importante che soprattutto nei pressi delle strutture di parcheggio, vi sia una riduzione dei posti auto di superficie - anche con eventuali pedonalizzazioni e riqualificazioni - migliorando (es. zona Via Pietà/Via Maiolica, Via San Maurizio, ecc.) la qualità dello spazio dei collegamenti pedonali fra le zone dei parcheggi e le zone cuore, a vantaggio dei pedoni e del commercio (es. collegamento riqualificato Zona Silos-Borgo Teresiano-Rive, nel'ambito del progetto di Piazza Libertà e del "ponte pedonale sul canale").

La Lista TC ritiene tuttavia essenziale tutelare la legittima aspettativa di parcheggio dei residenti prevedendo che i parcheggi "in struttura" debbano essere maggiormente integrati nella "politica" dei parcheggi del comune proprio a vantaggio dei residenti.

A tale fine auspica che i residenti delle aree centrali possano trovare convenienza - con tariffe e abbonamenti opportunamente concordati - l'uso dei parcheggi in struttura anche per le ore serali e notturne, liberando una parte di posti di superficie per altri residenti.

Anche l'idea, già presente nella bozza di PUT, per la quale i parcheggi di superficie a pagamento siano utilizzati per la sosta dei residenti, attraverso forti agevolazioni riservate ai residenti, è da sostenere, nella prospettiva che nel complesso tali politiche possano migliorare la situazione per tutti i residenti nei rioni, anche in presenza di interventi di riduzione dei posti di superficie.

La lista TC ritiene pertanto utile che il Comune, nell'ambito del PTU, ritocchi le politiche della tariffazione, stimolando in prospettiva - anche attraverso pool di gestione e opportuna armonizzazione tariffaria - una integrazione della politiche fra gestori privati e gestori pubblici delle aree a pagamento (AMT in primis).

In particolare, a proposito delle tariffe, la lista TC reputa necessario elevare mediamente le tariffe della sosta "lunga" all'aperto nelle aree centrali, per gli utilizzatori non residenti (i quali possono scegliere di usare altre soluzioni di trasporto pubblico - o auto+bus oppure i parcheggi in struttura), favorendo piuttosto, in questi parcheggi di superficie, oltre che l'uso serale e notturno da parte dei residenti, soprattutto la sosta breve, utile a chi legittimamente ha bisogno di usare rapidamente i servizi della città (acquisti, commissioni, ecc.).

Il tutto dovrebbe essere attuato con una decisa spinta verso metodi di pagamento più rapidi e comodi degli attuali.

La Lista TC, pur ritenendo complesso l'adozione a breve di vere e proprie politiche integrate di interscambio modale (auto+bus) dai parcheggi in struttura, ritiene, inoltre che, proprio per favorire l'uso dei parcheggi in struttura e a fronte della riduzione dei parcheggi di superficie, sia presa in considerazione la questione della posizione delle fermate dei bus di passaggio (es. linea 8, 6, 36, 30, per il Park-Silos; bus 5, 11 per il Park di Via Pascoli) rispetto alle uscite dei parcheggi in struttura.

Per quel che concerne i parcheggi di superficie non di diretta pertinenza del Comune, la Lista TC auspica che fra Autorità Portuale e Comune si giunga ad un accordo - anche compensativo - per l'eliminazione almeno parziale dei parcheggi di superficie sulle rive, che in diverse porzioni (in particolare nell'area fra il Canale e Piazza Unità) rappresentano una barriera visiva e fisica con effetti negativi sulla qualità dello spazio in un area storicamente e architettonicamente di grande pregio.

Considerando tuttavia fondamentale l'opportunità di sviluppare il settore delle Crociere, la lista sostiene l'opportunità di opportuni accordi fra i vari soggetti per utilizzare anche in questo caso i parcheggi in struttura (ed in particolare il silos) per la sosta delle autovetture dei crocieristi, favorendo in tal modo la riduzione delle necessità dei parcheggi di superficie "fronte mare".


Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: quasi 5 mila controlli nell'ultima settimana, 37 le sanzioni

  • Cronaca

    In giro con coltello a serramanico: denunciato

  • Cronaca

    Ruba 170 euro di vestiti all'Ovs: denunciato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento