menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lorenzo Tamaro

Lorenzo Tamaro

Sicurezza, Sap a Minniti: «Ci auguriamo che il ministro si impegni per delle assunzioni straordinarie »

«Per poter rispondere in maniera adeguata alle sfide dei nostri giorni servono organici più numerosi, più giovani, più formati è più modernamente equipaggiati»

Sap, rappresentato dai Segretari Provinciali di Trieste e Gorizia Lorenzo Tamaro e Angelo Obit ha presenziato all’incontro “Immigrazione, sicurezza e solidarietà – L’Italia protagonista in Europa e nel Mediterraneo” che si è svolto al “Savoia Hotel” di Trieste con il Ministro dell’Interno Marco Minniti ed il Senatore del Pd Francesco Russo.
«Durante il dibattito è stato richiesto dagli esponenti del Pd un maggior coordinamento locale per migliorare la sicurezza. È stato evidenziato inoltre, anche sulla scorta di quello che è accaduto anche durante la cattura ed uccisione a Milano del terrorista di Berlino, che ci vuole un maggior controllo del territorio per poter fronteggiare un terrorismo come quello attuale, che si avvale di tecniche del tutto imprevedibili sia nelle modalità che negli obiettivi».

«Concordiamo infatti  - prosegue il Sap - che una maggiore presenza delle forze di Polizia possa rappresentare un ottima prevenzione e oltretutto trasmetta alla cittadinanza quella percezione di sicurezza spesso decantata da alcune parti».
«Ciò coincide esattamente con quanto richiesto dal Sap fin dal Consiglio Comunale straordinario sulla sicurezza dell’allora giunta Cosolini dell’ottobre 2015. In quell’occasione il Sap aveva lanciato il grido d’allarme sulle gravi carenze della Polizia di Stato e sulla difficoltà a dover fronteggiare temi così importanti come terrorismo, immigrazione e criminalità con un organico che a Trieste conta più di 250 unità in meno rispetto al 2007 e in ambito nazionale ben del 20% in meno rispetto il 1989. A Gorizia l’organico a seconda degli Uffici rispetto a dieci anni fa ha subito un taglio dal 30 al 50%. Parlare e pretendere oggi una maggior sicurezza senza tener conto di queste problematiche sinceramente ci sembra una follia».

«Riteniamo - continua il sindacato - che molto sia già stato fatto sul coordinamento delle forze di polizia, che oggi purtroppo hanno tutte un denominatore comune: problemi di organico ed età media troppo avanzata. Se oggi, vogliamo garantire una maggiore presenza sul territorio per assicurare maggiore sicurezza, è necessario avere più forze e mezzi in campo. Serve quindi per poter rispondere in maniera adeguata alle sfide dei nostri giorni organici più numerosi, più giovani, più formati è più modernamente equipaggiati».
«Abbiamo apprezzato - conclude il sindacato - che il Ministro dell’Interno abbia ricordato l’impegno quotidiano profuso dalle donne e dagli uomini delle Forze dell’Ordine, auspichiamo che da parte del Ministro Minniti ci sia la consapevolezza e l’impegno affinché si decida a delle assunzioni straordinarie rispetto a quelle previste, che portino forze fresche e giovani, in considerazione proprio del grave ammanco e dell’età media ormai troppo elevata per una professione come quella del poliziotto».
«Per quanto attiene ai risvolti dell’immigrazione si sono trattati gli sbarchi senza affrontare i temi cari ai cittadini di questa regione, interessata da flussi migratori diversi, essendo per la quasi totalità tale flusso provieniente da altri paesi europei dove, in molti hanno già presentato con esisto negativo, domanda di protezione internazionale, sebbene queste problematiche siano stati appena dibattute dal Ministro nell'incontro avuto poco prima delle conferenza con i quattro sindaci capoluogo della regione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Torta morbida cioccolato e cannella: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento