Politica

Sicurezza, Roberti: «La città è nostra, previsti incrementi dei controlli»

«Se non arrivassero indicazioni precise la Polizia locale è pronta a partire autonomamente anche con presidi fissi. Non devono esserci zone in cui una famiglia abbia timore di farsi una passeggiata»

«Ieri, durante il Tavolo Ordine Pubblico e Sicurezza, si è deciso di incrementare, con il coordinamento della Questura, il controllo del territorio specie in alcune zone critiche». Così il vicesindaco di Trieste Pierpaolo Roberti, dopo aver incontrato nella giornata di ieri il vicesindaco di Gorizia con delega alla Polizia Locale e Sicurezza, Stefano Ceretta, e l'assessore alla Polizia Locale e Sicurezza del Comune di Pordenone, Emanuele Loperfido.
«La Polizia Locale è a disposizione e qualora non arrivassero indicazioni precise è pronta a partire autonomamente anche con presidi fissi. La città è nostra e non devono esserci zone nelle quali una famiglia abbia timore di farsi una passeggiata». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, Roberti: «La città è nostra, previsti incrementi dei controlli»

TriestePrima è in caricamento