Politica

Sicurezza stradale, Papallo (Fi): «Fatti e non parole»

«Continuerò a muovermi liberamente ed a operare nell'interesse unico dei cittadini»

Foto Luisa Polli

«Avrei voluto esordire con una frase simpatica e umoristica del grande Antonio de Curtis che recita “C’è chi può e chi non può: io può” anche per sdrammatizzare i toni e riportare il tutto su discorsi costruttivi e soprattutto nell’interesse dei cittadini. Purtroppo, ahimè, questo non è stato possibile visto l’ennesima offesa ricevuta in un ulteriore comunicato letto in apertura di seduta dalla Presidente» . Risponde così il cosigliere Papallo (Fi) alle parole della presidente della Terza Circoscrizione Laura Lisi (M5S) che recentemente ha reso nota la sua posizione a proposito del sopralluogo dell'assessore Luisa Polli all’istituto Saba definendolo "sgarbo istituzionale". 

«Nel mio successivo intervento–continua–, infatti, ho sottolineato alla Presidente come il termine “apparire” sia una pesante offesa alla mia persona, visto (come tutto il Consiglio può assolutamente testimoniare) che sin dal primo giorno del mio insediamento in Circoscrizione, il mio lavoro e quello di tutto il centro destra si è sempre basato sulla fattiva collaborazione e soprattutto massimo impegno sul campo».

«Non accetto moralismi da persone che a inizio mandato, durante l’elezione del Presidente della Circoscrizione, andando contro quanto previsto dal regolamento e nonostante due pareri illustri uno da parte del Comune e l’altro dalla Regione che hanno evidenziato come effettivamente si trattava di un grave vizio di forma nella procedura per la presentazione delle candidature, e invitavano democraticamente e rimettere il tutto al Consiglio, invece di dimettersi la “cara” Presidente si sia tenuta stretta la poltrona».

«Continuerò a muovermi liberamente ed a operare nell’interesse unico dei cittadini. Ringrazio ancora sia il Consigliere Comunale Everest Bertoli e l’Assessore Polli e i tecnici comunali intervenuti per aver effettuato, su mia richiesta, questo sopralluogo per cercare di risolvere, anche fra le tante difficoltà, le varie problematiche della sicurezza stradale nel rione di Gretta».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza stradale, Papallo (Fi): «Fatti e non parole»

TriestePrima è in caricamento