Politica

Sicurezza: «Triestini hanno paura, problema sottovalutato dalla sinistra»

Conferenza stampa da parte delle forze di opposizione dopo il consiglio comunale dedicato al tema della sicurezza a cui hanno partecipato i diversi sindacati delle Forze di Polizia. I vertici di Questura e Prefettura, invitati, non hanno preso parte alla riunione

Conferenza stampa da parte delle forze di opposizione dopo il consiglio comunale dedicato al tema della sicurezza a cui hanno partecipato i diversi sindacati delle Forze di Polizia. I vertici di Questura e Prefettura, invitati, non hanno preso parte alla riunione.

Lo rileva Bernando Gulotta in un servizio andato in onda nel TG di Telequattro.

Il tema, stando a quanto dichiarato dai consiglieri in mattinata, non può essere liquidato con una semplice chiacchierata, ma deve avere un suo adeguato spazio tra gli argomenti principali all’ordine del giorno, mettendo in campo politiche mirate alla soluzione del problema.

Lunedì sera l’opposizione aveva presentato in Consiglio Comunale due mozioni ad hoc che chiedevano un potenziamento delle Forze dell’Ordine a Trieste, entrambe bocciate dalla maggioranza di centro-sinistra.

«A Trieste c’è molta preoccupazione – rileva il consigliere comunale Lorenzo Giorgi – vedi gli abitanti di Opicina o tutte quelle mamme che non fanno uscire le proprie figlie la sera per paura che possa accadere qualcosa di brutto, o gli anziani che non prendono il bus per paura di essere strattonati o derubati. È un problema serio e il centro-sinistra, come al solito, ha messo la testa sotto la sabbia. La nostra mozione chiedeva di intensificare i controlli su tutto il territorio di Trieste a tutela di tutti i cittadini. Negare che questa sia una problematica di primo piano significa che c’è poco contatto tra chi amministra e i suoi cittadini».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza: «Triestini hanno paura, problema sottovalutato dalla sinistra»

TriestePrima è in caricamento