Politica

Sigillo a Monassi, Grim:«È un inchino di Dipiazza a Giulio Camber»

La segretaria regionale del Pd Antonella Grim, commenta la consegna del sigillo della città all'ex presidente dell'Autorita' portuale Marina Monassi, da parte del sindaco di Trieste

«Questo premio a Monassi è un inchino di Dipiazza a Giulio Camber, al vecchio potere che non molla e che allunga le mani sulla città». Lo afferma la segretaria regionale del Pd Antonella Grim, commentando la consegna del sigillo della città all'ex presidente dell'Autorita' portuale Marina Monassi, da parte del sindaco di Trieste.

«È di pubblico dominio - osserva Grim - il fatto che si deve agli stretti rapporti della Regione con il Governo, all'attivismo della presidente Serracchiani con i prefetti Garufi prima e Porzio poi, ai ripetuti contatti con le FS, con le Dogane, con CDP se vi è stata una discontinuità. E se ora c'e' la corsa a mettere il cappello su un'infrastruttura d'eccellenza. Eppure oggi si premia Monassi».

Dunque per Grim «vedere il sigillo trecentesco della città di Trieste piegato a mistificare la storia è uno spettacolo avvilente: è l'uso biecamente politico di un simbolo che - conclude - appartiene a tutti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sigillo a Monassi, Grim:«È un inchino di Dipiazza a Giulio Camber»

TriestePrima è in caricamento