menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Soppressione Prima Chirurgica, Codega (PD): «Preoccupazioni infondate, taglio posti letto denuncia senza senso»

Questa l'opinione di Franco Codega, consigliere regionale del Pd che spiega: «Innanzitutto, la soppressione di uno dei due primariati di chirurgia generale non significa la soppressione dei servizi da essa gestiti, ma la riconduzione degli stessi sotto un unico primariato che assume il coordinamento generale»

"La soppressione della Prima chirurgica  e il taglio di posti letto all'ospedale triestino di Cattinara è una denuncia che non ha senso e rischia di creare solo confusione".

Questa l'opinione di Franco Codega, consigliere regionale del Pd che spiega: "Innanzitutto, la soppressione di uno dei due primariati di chirurgia generale non significa la soppressione dei servizi da essa gestiti, ma la riconduzione degli stessi sotto un unico primariato che assume il coordinamento generale. Quindi nessun taglio ai servizi.

"In secondo luogo, la riduzione dei posti letto risponde a un processo di razionalizzazione che non fa mancare ad alcuno, nella normalità, i posti di degenza, se è vero come è vero che nel monitoraggio fatto dalla direzione dell'ospedale si registrano quotidianamente da un minimo di 30 a un massimo di 80 posti liberi. Codega

"Ma quello che non viene detto è che, a fronte di questa riduzione dei posti letto in ospedale, si è andato in parallelo già potenziando il servizio nel territorio. Proprio quello che la riforma voleva. Infatti, come si deduce dal rapporto dell'Aas n.1 "Triestina", il tasso di ospedalizzazione è già sceso nel 2015 al 134 per mille (il parametro nazionale di riferimento è 140 per mille ). Il numero di ricoveri in RSA, nel periodo gennaio-aprile 2015, è aumentato del 10% rispetto all'analogo periodo dello scorso anno. I ricoveri in Hospice sono aumentati del 13%. L'assistenza integrativa, sempre nello stesso periodo di riferimento, è aumentata del 25%. I ricoveri ordinari, nel primo semestre di quest'anno, sono diminuiti del 4,7% e, in raffronto, l'attività ambulatoriale nel periodo gennaio-maggio è aumentata del 4,8%.


"Questo a testimoniare che la riforma sta andando avanti proprio nella direzione di accrescere, e non diminuire, i servizi ai cittadini. Gli stessi servizi in ospedale e più servizi nel territorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

social

Festa della mamma: origini e curiosità

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Via libera alle visite agli ospiti delle Rsa: ecco le regole

  • Cronaca

    Covid: in Fvg 90 nuovi casi, nessun decesso a Trieste

  • Cronaca

    Incendio in via Belpoggio: evacuato lo stabile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento