Politica

Sostegno al reddito, Riccardi (Fi): «Alte aspettative rimaste deluse, necessarie più misure ad hoc»

Riccardo Riccardi, capogruppo in consiglio regionale di Forza Italia, commenta così le audizioni tenute in III Commissione Consiliare con i rappresentanti dei Comuni.

«Il sostegno al reddito lanciato con toni entusiastici ha creato aspettative che non sono riuscite ad essere soddisfatte: puro stile Serracchiani». Riccardo Riccardi, capogruppo in consiglio regionale di Forza Italia, commenta così le audizioni tenute in III Commissione Consiliare con i rappresentanti dei Comuni.

«Si è voluto trasformare il fondo sociale in una misura d’inclusione non riuscendo a dare la risposta per un lavoro, mandando al collasso i servizi sociali dei Comuni e facendo arrabbiare la gente. Tutto questo, tra l'altro, soddisfando in proporzione alla residenza molto di più gli stranieri che gli italiani. Ed è irrisolto - prosegue Riccardi - ancora un altro nodo: la misura esclude chi ha oltre 6 mila euro di Isee, ad esempio la vedova con pensione minima che ha costruito una casa con una vita di sacrifici. Chi si trova in quella condizione vive in povertà o no? A noi pare di si».

«Ci resta il problema di fondo, il disagio non può essere affrontato con un'unica misura: povertà cronica e povertà con possibilità d’inclusione attiva non possono essere affrontate con un unico strumento creando pericolose aspettative con toni da campagne elettorali permanenti» conclude il capogruppo azzurro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sostegno al reddito, Riccardi (Fi): «Alte aspettative rimaste deluse, necessarie più misure ad hoc»

TriestePrima è in caricamento