Politica

Spese pazze in Regione, chieste pene da 5 a 1 anno per i politici accusati di peculato

L'assoluzione in primo grado del giudice Giorgio Nicoli era stata impugnata dalla Procura che aveva fatto ricorso in Appello

Tornano in aula di 12 ex, ricandidati o rieletti consiglieri regionali accusati di peculato per l'utilizzo dei fondi assegnati ai gruppi consigliari nel periodo 2010-2012. In primo grado il giudice Giorgio Nicoli aveva assolto gli imputati, ma la sentenza era stata impugnata dalla Procura che aveva fatto ricorso in Appello. 

Queste nel dettaglio le richieste dopo la lunga requisitoria: 5 anni per l’ex pidiellino Piero Tononi; 4 anni e 8 mesi per Maurizio Bucci (ex Pdl e ora assessore al turismo del Comune di Trieste); 4 anni per l’ex capogruppo del Pdl Daniele Galasso; 3 anni e 4 mesi per l’ex Pdl Gaetano Valenti; 3 anni e 2 mesi per l’ex Pdl Antonio Pedicini; 3 anni per l’ex capogruppo del Pd Gianfranco Moretton; 2 anni e 10 mesi per Piero Camber (ex Pdl e ora rieletto nelle file di Forza Italia in Consiglio regionale); 2 anni e 8 mesi per Everest Bertoli (attuale consigliere forzista in Comune a Trieste); 2 anni e 6 mesi per Sandro Della Mea (ex Pd); 2 anni per l’elicotterista Paolo Iuri; 1 anno e 4 mesi per l’ex Pdl Massimo Blasoni e per l’ex Pd Alessandro Tesini.

Ora la parola passa alla difesa, il prossimo 28 settembre. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spese pazze in Regione, chieste pene da 5 a 1 anno per i politici accusati di peculato

TriestePrima è in caricamento