Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

Stato - Regione, Pd: "Gli 800 milioni di Fedriga sono un bluff"

Shaurli: "Un trucco". Cosolini: "Un'operazione di facciata sommando cifre già maturate in passato e risorse che non c'entrano con il patto, con un risultato finale che è sostanzialmente identico al tanto vituperato patto Serracchiani-Padoan"

"Per arrivare a 800 milioni si fa un'operazione di facciata sommando cifre già maturate in passato e risorse che non c'entrano con il patto, con un risultato finale che è sostanzialmente identico al tanto vituperato patto Serracchiani-Padoan". A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Roberto Cosolini commentando l'intervento del presidente della Regione Fvg, Massimiliano Fedriga, oggi in Aula per illustrare gli accordi finanziari tra la Regione Fvg e lo Stato. "Dopo una lunga attesa, iniziata il 29 ottobre, quando Fedriga annunciava la presentazione di un documento al ministro Tria per un nuovo accordo, che avrebbe poi presentato entro qualche settimana al Consiglio regionale, le settimane sono diventate tre mesi e mezzo e oggi ci siamo ritrovati in mano un foglietto che mi auguro non sia il documento presentato allora al ministro" ha detto Cosolini in Aula.

Stato - regione, Fedriga: "834 milioni in più per il Fvg in tre anni"

Il consigliere Iacop

Secondo il consigliere Pd, Franco Iacop, "quelli presentati oggi non sono i temi dell'economia, ma degli spiccioli. Una cosa frequente, perché c'è sempre la necessità politica di dire che si è fatto meglio, anche di pochi spiccioli, della volta precedente. Nei pochi numeri presentati dov'è la stima attesa della ricaduta sul bilancio regionale delle previsioni fiscali nazionali?".  E ancora, ha aggiunto Iacop, "fino a che punto Fedriga sfiderà realmente il Governo come sta facendo Zaia per ottenere dei risultati?".

Le compartecipazioni

Il consigliere Diego Moretti ha poi evidenziato la "totale mancanza, nell'illustrazione del presidente Fedriga, di tutto il tema delle compartecipazioni e di come saranno modificate. Era una delle questioni che la stessa assessore Zilli aveva definito determinanti, ma di cui a oggi non ne sappiamo nulla: è la conferma di un patto che ad oggi non c'è ancora".

Cristiano Shaurli: "Un trucco"

Secondo il segretario regionale del PD Shaurli "Inserire in un ipotetico patto con lo Stato gli investimenti è un trucco: quella è una partita che si gioca su altri tavoli. Le decine di milioni per le nostre scuole, per il porto di Trieste non erano legate ad un patto ma all’autorevolezza dimostrata a Roma. Le diminuzioni sugli accantonamenti sono inferiori a quelle del patto Serracchiani-Padoan che peraltro era accompagnato dal riconoscimento di 155 milioni di crediti arretrati. Ovviamente nessun calcolo sull'effetto sulle entrate regionali della flat tax e di altre misure nazionali, come invece ha fatto puntualmente il Trentino. E, soprattutto - ha puntualizzato - nessun riferimento a nuove competenze per esercitare la nostra autonomia ".

Il ricorso

"Dopo che glielo abbiamo chiesto - ha aggiunto Shaurli - forse finalmente Fedriga ci dice che è pronto a presentare il ricorso contro la finanziaria nazionale. Ovviamente questo significa prendere atto del drammatico ritardo accumulato e del suo fallimento nella trattativa con lo Stato ma di fronte a questi numeri siamo davvero all’anno zero e ci aspettiamo per il bene del Friuli Venezia Giulia che - ha concluso - abbia già pronta la delibera di giunta che dà disposizioni all'Avvocatura della Regione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stato - Regione, Pd: "Gli 800 milioni di Fedriga sono un bluff"

TriestePrima è in caricamento