menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santa Maria Maggiore, Cavazzini (FI): mozione per la costruzione di una statua alla Beata Vergine Maria

«Il Comune di Trieste ricordi il centesimo anniversario delle apparizioni della Vergine a Fatima arricchendo il patrimonio artistico cittadino»

In un Consiglio Comunale caratterizzato per l'assenza della quasi totalità dei componenti del Pd e del M5S (oltre l'assenza dei consiglieri Bassa Poropat e De Gioia) si è discussa, nella nottata di lunedì 11 settembre, la mozione presentata dal Consigliere Andrea Cavazzini del gruppo di Forza Italia volta a richiedere al Sindaco e/o agli assessori competenti di valutare l'opportunità e di adoperarsi per la costruzione e l'innalzamento di una Statua alla Beata Vergine Maria da posizionarsi sulla scalinata del Santuario diocesano di Santa Maria Maggiore dedicandola alla “Immacolata Concezione della B. Vergine Maria” ed inaugurandola l'8 dicembre 2017 ad imperitura e solenne memoria anche degli eventi di Fatima.
Ha ricordato infatti il Consigliere Cavazzini che «il 2017 è il centesimo anniversario delle apparizioni della Vergine a Fatima e come il Comune di Trieste potrebbe ricordare tale avvenimento arricchendo il patrimonio artistico cittadino».
«La mozione infatti - spiega il consigliere - analizzava l'assenza di un'opera d'arte che potesse connotare e identificare visivamente dall'esterno l'edificio di Santa Maria Maggiore dando, nel contempo, lustro e riaffermando la cultura e il rispetto per l'attuale credo cittadino maggioritario».

Il Consigliere Cavazzini ha allegato altresì alla propria richiesta una proposta architettonica stilata dall'ing. Privileggi risalente agli anni Cinquanta del secolo scorso e mai realizzata, evidenziando «la possibilità di un riadattamento per permettere la collocazione della statua su un piano della scalinata conducente al Santuario opportunamente arricchita con idonea e imponente illuminazione».

La votazione finale ha così visto 20 voti favorevoli di tutta la maggioranza, tranne, per Forza Italia, della consigliera Declich che non ha espresso il proprio voto; per il Pd v'era il solo Toncelli che non ha votato estraendo la scheda; per il M5S i consigliere Basso, astenuto, e Bertoni che non ha votato.
«Ora - conclude i consigliere - si attende l'intervento della Giunta affinché venga collocato questo simbolo di Pace, segno evidente e concreto della cultura cristiana che pervade le vie triestine e che non deve e non risulterà mai seconda ad alcun'altra credenza religiosa».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Tradizioni del Carso: perché andar per osmize

social

Festa della Donna: le idee regalo per sorprendere chi ami

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento