Politica

Striscione Regeni, Orel (Psi Trieste): « Sgomento e vergogna, giù le mani da Giulio»

Lo dichiara in una nota Gianfranco Orel, segretario del Psi Trieste

«Con difficoltà riesco a trovare le parole per esprimere lo sgomento che i socialisti tutti provano per la mozione urgente presentata da quattro noti esponenti del centrodestra triestino. Adducendo a ragioni di “assufazione visiva” (?) i consiglieri Camber, Giacomelli, Polidori e Rescigno ritengono che lo striscione sul municipio che chiede "Verità per Giulio Regeni" debba essere rimosso».

Lo dichiara in una nota Gianfranco Orel, segretario della federazione di Trieste del Partito Socialista Italiano.

«Quella di Giulio – continua la nota - , come è noto a tutti, è una vicenda che è tutt’altro che conclusa ed è legata a doppio filo con Trieste, dove nacque e frequentò il Petrarca – talché è facilmente comprensibile l’importanza e il legame con la città. Per rispetto nei confronti del ricercatore, eviterò in queste righe di qualificare il comportamento e l’attività politica del centrodestra, né commenterò sulla natura ‘urgente’ (?) della mozione presentata».

«L’unica cosa – conclude Orel - che in questo momento importa è che lo striscione rimanga dov’è per mantenere viva la memoria e la consapevolezza che stiamo ancora attendendo giustizia. Il trattamento che è stato riservato a Giulio offende l’Italia, la comunità scientifica internazionale e l’umanità tutta e fintantoché la Verità non sarà raggiunta, qualsiasi atto di distensione dovrà essere visto per quello che è: un errore grave e il cedimento di una nazione intera».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Striscione Regeni, Orel (Psi Trieste): « Sgomento e vergogna, giù le mani da Giulio»

TriestePrima è in caricamento