Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Sindacato Autonomo di Polizia: "Tagliamo gli Sprechi, Accorpiamo le Forze dell'Ordine "

  Riceviamo da Lorenzo Tamaro Segretario Provinciale del Sindacato Autonomo di Polizia e pubblichiamo:Non ci piace come si e' comportato il Governo che ha escluso dal confronto le parti sociali sindacati e rappresentanze dei comparti...

Riceviamo da Lorenzo Tamaro Segretario Provinciale del Sindacato Autonomo di Polizia e pubblichiamo:

Non ci piace come si e' comportato il Governo che ha escluso dal confronto le parti sociali sindacati e rappresentanze dei comparti sicurezza, difesa e soccorso pubblico.
Non ci piace l'idea di nuovi tagli al Ministero dell'Interno e al Dipartimento di Pubblica Sicurezza.
Non ci piace soprattutto il mancato rispetto degli impegni più volte presi, ribaditi e sottoscritti. Stiamo spingendo affinché il Governo, in uno dei prossimi Consigli dei Ministri, si decida finalmente ad emanare il DPCM che permetterà il pagamento di assegni di funzione, scatti ed avanzamenti (tutto fra l'altro a costo zero visto che i soldi erano stati accantonati per il riordino delle carriere atteso da più di 16 anni per un migliore funzionamento dell'apparato).

Il personale in divisa e' stufo di aspettare e pagare.
Ci vuole un atto di coraggio, in un momento di crisi come questo sarebbe il caso di risparmiare garantendo allo stesso tempo maggiore sicurezza.
Il SAP in questo momento difficile rilancia la " ricetta" che si chiama "accorpamento delle forze dell'ordine".
Circa 350 mila uomini costituisce il numero complessivo di Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Forestale e Polizia Penitenziaria che potrebbero essere accorpati sotto un unico Ministero, quello dell'Interno.
Soluzione poi in linea ed "auspicata" dalle norme europee che prevedono un'unica polizia ad ordinamento civile.
Ecco la soluzione, purtroppo respinta al mittente già nel 2009 perché alcuni corpi tra cui i Carabinieri, pare vogliano mantenere la propria autonomia.
Ma in un momento in cui le casse dello Stato arrancano, questa soluzione permetterebbe di poter gestire l'intero apparato garantendo una maggior sicurezza ad un costo molto inferiore.
Studi di settore quantificano infatti più di 4 miliardi di euro il risparmio di tale accorpamento, pari al guadagno dato dall'aumento di un punto percentuale dell'Iva.
La vera soluzione della questione oggi è quella di tagliare gli sprechi e non le risorse, noi crediamo che questi rappresentino un evidente esempio.
Ne costituisce un'ulteriore paradosso il numero unico di emergenza, il 112 previsto dall'unione europea e ancora oggi non operativo in Italia.
Questo garantisce al nostro Paese una maxi multa da parte della UE pari a circa 10 milioni di euro, anche se sembra che si siano avviate le procedure per l'istituzione di tale numero.

Allo stato attuale però nulla!

In tempo di crisi, ci sembra veramente un ulteriore spreco!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindacato Autonomo di Polizia: "Tagliamo gli Sprechi, Accorpiamo le Forze dell'Ordine "

TriestePrima è in caricamento